Connect with us
test2

Conferenza Stampa SS.Lazio

Conferenza stampa Maurizio Sarri: “Il mio dito più pericoloso dei giocatori dell’Inter”

Published

on

Alla vigilia di Lazio-Olympique Marsiglia, Maurizio Sarri è intervenuto nella consueta conferenza stampa che precede la terza gare del girone di Europa League. I biancocelesti cercano i 3 punti per dare continuità alla vittoria contro l’Inter e sa benissimo che gli avversari daranno del filo da torcere per conquistare la qualificazione alla fase ad eliminazione del torneo. Dalla sua parte avrà un Olimpico di Roma totalmente biancoceleste senza il settore ospiti anche se, i tagliandi venduti non sono molti visto l’orario ed il giorno del match.

Turnover e Milik

“Ci preoccupa, con il calendario attuale l‘Europa League è quasi infattibile. Il giovedì sera non potendo giocare più il lunedì, diventa difficile. Vediamo come stanno i ragazzi, problema relativa, abbiamo giocato sabato, sarà più che altro per la prossima. Mi preoccupa Milik e tutto l’OM, squadra che ha gamba, tecnica, gioca un calcio difficile da affrontare. Una partita di grande livello e impegnativa, per noi è importante, con le nuove regole questa gara assume grande importanza. “

3 match in 6 giorni: Immobile ce la farà?

“Quando si parla di Ciro sono quei giocatori che hanno un’importanza talmente elevata nel gruppo che è difficile pensare a una gestione preordinata. Fondamentale per le sorti. Vediamo di volta in volta le reazioni del ragazzo, mi sembra che stia abbastanza bene, ma ci sono 7 partite. Ora mi sembra che possa andare avanti, poi vediamo in avanti cosa accadrà.”

Poco riposo e Giudice Sportivo in Lazio-Inter

“Un discorso che investe 7 squadre, queste 7 saranno costrette per 17 partite con meno di 72 ore. Una media di 2,5 per squadra, peccato che noi saremo a 6 e una a 0. Vedo che la Lega Calcio è molto disponibile nei miei confronti, mi risponde sempre a differenza di ciò che fa ad altri. Non pensiamo male e a strategie contro di noi, pensiamo che ci sia stata leggerezza nel calendario. 4 a 2 uno lo può accettare, 6 a 0 diventa difficile. Ho visto Dal Pino ha parlato di Premier, io non entrerei in questo discorso, gli ricordo che i dirigenti hanno portato oltre 5 miliardi euro, in Italia meno di un quinto. In Premier hanno consentito alle squadre di fare rose di un altro livello. Col Chelsea cambiavo pure 10 partite tra campionato ed Europa, mi sembra un confronto non proponibile in questo momento per la Serie A. Lascerei perdere quello che succede in Premier, è un altro pianeta, come paragonate Nba e basket italiano. Sono rimasto al dito minaccioso, ho detto “non mi devi prendere per il culo” e sono stato squalificato con il Milan. Ho visto mani addosso, mani a terra, si parla di uno sputo che non ho visto e quindi non prendo in considerazione. Penso che il mio dito a questo punto sia estremamente pericoloso.”

Luiz Felipe e prestazione vista a Bologna

Leggi anche:   Ciro Immobile chiede scusa a tutti

“No perché bisogna dare dimostrazione di continuità, non di reazione. Abbiamo reagito, bel passo in avanti, siamo stati bravi in una situazione delicata. Poi però ci vuole la continuità, non possiamo fare 20 partite di fila come l’Inter, abbiamo dati incredibili. Abbiamo un giocatore sopra i 3mila metri di velocità e non mi era mai successo, a parte Kante. Non può essere ripetuta per 20 volte una gara così, ma dobbiamo mantenere certe prerogative. Hanno fatto qualcosa di meglio in difesa, dobbiamo migliorare certe cose, sia lui che Acerbi, sono quelli che finora hanno giocato di più, gli viene chiesto di essere più comunicativi. Quando uno non ha bene in mano una materia diventa difficile assumerne il comando. Abbiamo cercato di dare continuità a loro due perché giusto puntare sui meccanismi, ma abbiamo altri giocatori pronti. Con una migliore comunicazione possiamo rivolvere il problema.” 

Arbitri Italiani e quelli della Premier

Non lo so, siamo stati sfortunati, è triste pensare a una cosa così. In Premier gli arbitri erano inferiori, i nostri sono belli, muscolosi, palestrati, corrono, ma l’atteggiamento è diverso. Il rapporto in Premier è più confidenziale, in Inghilterra non si parla tanto dell’arbitro, qui ci sono tante polemiche, le colpe saranno anche nostre che non mettiamo in condizione. 

Le condizioni di Zaccagni

Zaccagni non ha bisogno di rilanciarsi, ha fatto uno spezzone di partita, ha avuto la febbre appena rientrato, quindi ha avuto un rallentamento. Sta facendo bene, deve ritrovare il 100% della condizione. Se devo essere sincero, ha giocato pochi minuti ma ha fatto un grande ingresso contro l’Inter. Ha aiutato con qualche punizione guadagnata e in fase difensiva. 

La Lazio in Europa League

Questa è una manifestazione difficile, prima i gironi erano semplici, ora lo sono meno, le squadre che rendevano più agevoli sono finiti in Conference, più difficile anche per quello che è diventato il regolamento, è una manifestazione estremamente complessa, più di prima. Crea difficoltà in campionato enormi, ora siamo in ballo e vogliamo rimanere in ballo, quella di domani è una gara importante, domani ci può aprire dei percorsi o ce li può rendere difficili.

Seguici su Facebook!
Continue Reading
Advertisement

Conferenza Stampa SS.Lazio

Francesco Acerbi: ” Dobbiamo portare a casa i 3 Punti”

Published

on

Suona la carica Francesco Acerbi nella conferenza stampa che precede Lokomotiv Mosca-Lazio.

“Mi sento abbastanza bene, cerco sempre di essere al meglio per dare il massimo. Stiamo compiendo dei buoni passi in avanti, ma il lavoro continua. Serve collaudare alcuni aspetti, soprattutto i dettagli che sono ciò che fa la differenza. Stiamo dando tutto, forse ancora non basta. A volte siamo disattenti, è necessario un esame di coscienza così da poter alzare la soglia dell’attenzione.  

I miei obiettivi personali sono quelli di essere sempre al massimo, migliorando il mio valore. Voglio ancora crescere ed imparare. Domani sarà una gara molto importante, dobbiamo portare a casa i tre punti.

Il nostro è un girone difficile contro formazioni complicate. Ci attende una sfida in cui dovremo essere attenti contro una formazione che ha cambiato allenatore, desiderosa di fare la partita. Dovremo essere organizzati mettendo in campo il nostro gioco”.

Leggi anche:   Lazio-Udinese: probabili formazioni e statistiche
Seguici su Facebook!
Continue Reading

Conferenza Stampa SS.Lazio

Lokomotiv Mosca-Lazio, Sarri in conferenza Stampa senza calcoli

Published

on

Alla vigilia di Lokomotiv Mosca-Lazio valido per la quinta giornata dell’Europa League, Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa:

“Ho rivisto la Lokomotiv dopo il cambio allenatore, sono una squadra diversa e fanno prestazioni superiori. Mi aspetto una gara difficile e lo dicono le premesse. Noi abbiamo bisogno di questa partita per andare avanti in Europa, e loro per avere la speranza di restare aggrappati ai play-off. Entrambe le squadra hanno bisogno di punti. Noi dobbiamo dimenticarci di tutto il resto, non serve pensare al Napoli. Non facciamo troppi calcoli perché altrimenti tutto si ingarbuglia e diventa difficile. Pensiamo partita per partita, vediamo domani come usciamo e poi pensiamo al Napoli. Non mi piace essere troppo condizionato perché poi condizioni entrambe le gare. I nostri giocatori stanno reagendo bene ai minuti che giocano. Uno fra tutti è acerbi, fino a che non danno segnali di cedimento va bene così. Immobile sta bene, ha fatto il primo e il secondo allenamento che non aveva dolore e sta recuperando. Zaccagni ad oggi è meno in condizione fisica rispetto agli altri, lo si potrà valutare quando sarà al pari degli altri. L’Europa League per noi è una grossa problematica per colpa degli orari e della distanza, visto anche il calendario di Serie A. è un problema che abbiamo noi cosi come tutte le altre squadre che giocano in questa competizione. Noi vogliamo arrivare alla qualificazione. Il problema è globale, un’Europa fatta così porta ad un deterioramento dei giocatori e dei campionati. Io penso che se si sottovaluta il nostro girone di Europa League è da folli, siamo al pari della Champions. Questa squadra poi ha un rendimento diverso anche in campionato tra casa e trasferta. A me non è mai successo, faccio difficoltà a spiegarlo. Le porte sono uguali ovunque e anche i terreni sono gli stessi, non mi spiego questo diverso andamento. Leiva sta meglio, ha avuto un piccolo scadimento di forma ma è normale. Chi gioca domani lo devo dire io ai giocatori non devono leggerlo dai giornali”. 

Leggi anche:   Lazio-Udinese: la designazione
Seguici su Facebook!
Continue Reading

Conferenza Stampa SS.Lazio

Lazio-Juventus, Allegri: ” Negli ultimi anni Lazio e Juventus si sono divisi i trofei”

Published

on

Alla vigilia di Lazio-Juventus Massimiliano Allegri è intervenuto in conferenza stampa:

“All’Olimpico si sfideranno le due formazioni che negli ultimi dieci anni in Italia si sono divise i maggiori trofei. Sarà una gara complicata che opporrà due squadre situate in zona quarto posto. Per quanto riguarda i calciatori, non so neanche chi partirà per Roma, più tardi ci alleneremo e valuteremo chi è in condizione. Dybala oggi cercherà di allenarsi, vuole esserci, ma il polpaccio può essere una zona pericolosa. Sarri è un tecnico che dà una buonissima organizzazione alle proprie squadre, sta imprimendo la propria impronta sulla Lazio. Ha dei calciatori tecnici: Milinkovic abbina il fisico alla tecnica, Pedro è un profilo internazionale così come Luis Alberto, mentre in difesa la situazione è stata sistemata. Sarà necessaria una buona gara sotto il profilo tecnico con una fase difensiva attenta quando non avremo il possesso del pallone. Lazio senza Immobile? Sarri ha allestito il Napoli sull’assenza dell’attaccante, potrebbe farlo  anche con i biancocelesti”.

Leggi anche:   Napoli-Lazio, Spalletti in conferenza stampa: "La Lazio è al nostro stesso livello"
Seguici su Facebook!
Continue Reading

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design