Conferenza stampa Lucas Leiva: ” Una Lazio che vuole la Champions”

Lucas Leiva: La conferenza stampa

Lucas Leiva è intervenuto ai microfoni della conferenza stampa tenutasi ad Auronzo di Cadore.

“Speriamo che stia nascendo una Lazio da Champions. Siamo alla prima settimana di lavoro e dobbiamo stare tranquilli. Qui ad Auronzo possiamo lavorare bene, con i nuovi acquisti la squadra è già più forte. Non dobbiamo gettarci troppo avanti, ma pensare solo al nostro avvio di stagione. Sergej Milinkovic è un giocatore importante per noi: ha fatto la differenza in tante partite, lui fa parte di questo gruppo e fino a quando sarà alla Lazio sarà sempre una pedina importante per noi. Tante squadre lo vogliono, ma siamo felici di averlo con noi. Al termine della stagione ho detto che, per la squadra che abbiamo, non era giusto arrivare ottavi. Abbiamo vinto la Coppa Italia, ma quest’anno dobbiamo migliorare il nostro percorso in Serie A. Ho un piccolo problema alla coscia destra, sto aspettando una valutazione più concreta ma non credo sia qualcosa di grave. Spero di avere notizie positive nei prossimi giorni. 

Negli ultimi anni ci sono mancati i punti per arrivare in Champions League. In alcuni momenti dell’ultimo campionato siamo stati tra le prime quattro forze della classe, mentre due anni fa abbiamo mancato la qualificazione all’ultima giornata. Non dobbiamo guardare troppo avanti, perderemmo troppe energie. Ora dobbiamo prepararci bene in un buon ambiente per iniziare il campionato e poi pensare gradualmente ai nostri obiettivi: parlare troppo presto non avrebbe senso. 

Dopo 10 anni in un grande club come il Liverpool ho fatto una delle scelte più importanti della mia vita. Mi sono trovato bene sin dall’inizio nella mia avventura a Roma ed è stata una soluzione importante che ha funzionato benissimo e spero anche per la Lazio. Stiamo lavorando da pochi giorni con i nuovi acquisti ed è presto per fare un’analisi. È importante che i nuovi arrivati capiscano come giochiamo e che si integrino, l’anno scorso dopo la partita con l’Inter abbiamo sbagliato qualche partita e dovremo evitare di sbagliare nuovamente. 

Inzaghi è il simbolo della Lazio, è stato qui tanti anni come calciatore ed allenatore. Ha creduto in me e mi ha dato la chance di giocare, è stato molto importante. Avere lui al nostro fianco possiamo dar seguito a questo lavoro e speriamo di continuare a vincere come accade da due anni a questa parte. Ogni campionato che giochiamo pensiamo a vincere, altrimenti non avrebbe senso dare inizio a tutte le competizioni. Proviamo sempre a fare il nostro meglio e poi a maggio vedremo dove possiamo arrivare. Due anni fa abbiamo svolto un ottimo percorso in Europa League, speriamo di replicarlo e magari di migliorarlo. È troppo presto per fare delle previsioni, dobbiamo lavorare al meglio per poi iniziare il campionato: quando inizierà la stagione vedremo dove possiamo arrivare: speriamo di essere tra le prime forze del campionato. L’anno scorso non è stato un buon campionato per noi. 

L’Atalanta ha meritato la Champions League perché ha fatto meglio. C’è una nuova stagione alle porte, speriamo di far meglio dell’anno scorso e di arrivare lì dove vogliamo. A livello individuale spero di essere eletto nuovamente come il calciatore dell’anno: il mio ruolo è importante per la squadra. Se il gruppo va bene vuol dire che ho svolto un buon lavoro. Qui alla Lazio mi sto trovando bene e la società mi ha dato una mano, l’allenatore mi ha dato fiducia. È sempre importante imparare dagli errori e speriamo di non ripetere quelli dello scorso anno. Si migliora sempre e speriamo di crescere anche nella prossima annata sportiva. Abbiamo vinto la Coppa Italia, ma in campionato dovevamo fare meglio: dobbiamo iniziare bene la prossima Serie A migliorando il piazzamento dell’anno scorso”. 

Leggi anche:   Milinkovic-Savic: " Non è il momento per fermarci"