Connect with us

News

Chiara ascolta l’inno della Lazio e reagisce

Published

on

CHIARA

Per il papà è un miracolo, comunque vada. Chiara è ancora viva e lui non ci sperava giù, Chiara muove appena le palpebre e le braccia, cosa sia non si sa ma di sicuro è un segno che Maurizio non s’aspettava. «Il primo giorno pensavo che non sarebbe arrivata all’indomani, mi avevano detto: non ci sperare. E invece sono passati 17 giorni e mia figlia respira ancora, ha delle reazioni, magari sono solo meccaniche, però prima non le aveva. Per me già è un miracolo che ci sia». Chiara Insidioso Monda, 19 anni, massacrata di botte dal fidanzato e ricoverata in rianimazione al San Camillo in condizioni disperate.

L’INNO
Il padre è tutti i giorni accanto a lei, le parla e l’accarezza. «Qualcosa succede», racconta Maurizio, un impiegato delle Poste di 42 anni, mentre sta per rientrare nel reparto Lancini, neurochirurgia. «Le ho cantato l’inno della Lazio ”So’ gia du’ ore”, quello che piaceva a lei. Tutti gli apparecchi si sono messi a suonare, sono arrivati i medici: i battiti del cuore erano aumentati e la pressione si era alzata. Le ho stretto la mano parlandole, è successa la stessa cosa, il cuore ha accelerato. Magari sono solo io che mi sto facendo delle illusioni, un padre non si può rassegnare e si attacca a qualsiasi cosa, però queste reazioni le ho viste. Muove le braccia, l’altro giorno si è anche scoperta. I medici però mi hanno gelato: dal primo giorno non è cambiato niente, Chiara non ha speranze». Se sopravviverà, gli avevano spiegato, sarà condannata a una vita senza vita, in stato vegetativo. «Nei prossimi giorni le faranno comunque la Tac per capire qualcosa di più».


Ieri è andata a farle visita il presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini. «Chiara da due settimane lotta per la vita dopo le botte del compagno. Sono venuta da lei perché la violenza di genere non è un fatto privato, anzi è una violazione dei diritti umani, come dice la Convenzione di Instabul, e come tale va trattata. Dobbiamo uscire dalla mentalità secondo cui i panni sporchi si lavano in famiglia».
La storia di Chiara è quella di tante, ora le raccoglie tutte. Lei bella e fragile, «uno spettacolo di bambina», per gli amici di Maurizio che l’hanno vista nascere, e un poco bambina è sempre rimasta. «Ho fatto di tutto per impedirle di stare con quel tipo, lo conosciamo tutti a Casal Bernocchi: è: un tossico, violento, cattivo con le donne e coniglio con gli uomini», Il padre ha smesso di lavorare per tre mesi per tenere Chiara lontana da Maurizio Falcioni, 35 anni, convivente della ragazza adesso in carcere con l’accusa di omicidio volontario. «Dormivo con le chiavi nei pantaloni per non permetterle di fuggire di nuovo da casa e tornare da lui».

LE DENUNCE
Quell’uomo che lei aveva conosciuto al parco e l’aveva plagiata, il padre ne è convinto. «Ho presentato due denunce per circonvenzione di incapace, ho anche allegato i certificati medici da cui risultava il lieve ritardo di cui soffriva Chiara. Non è servito a niente. Lei voleva tornare a casa, aveva deciso di lasciarlo. E lui l’ha massacrata».
«Dai Chiara non mollare», sui maxischermi dell’Olimpico è comparsa la scritta poco prima dell’inizio del derby del 9 febbraio, «Forza Chiara la Nord è con te!», lo striscione dei tifosi. Sempre per lei è sfilato un corteo silenzioso a Casal Bernocchi, una fiaccolata per chiedere giustizia. Il fidanzato ha raccontato ai magistrati d’averlo fatto per gelosia, per un sms che aveva trovato sul telefonino di Chiara. L’ha picchiata e non si è fermato nemmeno quando lei era a terra

Leggi anche:   Lotito controcorrente: il regalo alla squadra e obiettivo terzino

IL MESSAGGERO

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

News

Lotito controcorrente: il regalo alla squadra e obiettivo terzino

Published

on

lotito

Nelle ultime ore Claudio Lotito, al contrario di alcune squadre che faticano economicamente, ha pagato in anticipo due mensilità ai proprio giocatori. Oltre ai due mesi in anticipo, il presidente ha pagato la mensilità di Luglio e i bonus per la qualificazione all’Europa League ottenuta nell’ultima stagione.

Ma le sorprese non finiscono qui e Maurizio Sarri potrebbe ricevere il suo regalo finale: un terzino sinistro.

Secondo le ultime notizie, Emerson Palmieri sta aspettando le mosse della Lazio prima di dover prendere un’altra decisione per il suo futuro. Il tecnico biancoceleste potrebbe avere una panchina lunga ed una rosa completa entro la fine del campionato. Una situazione che negli ultimi anni, tecnici come Simone Inzaghi e i suoi colleghi, non hanno mai visto.

Leggi anche:   Lotito controcorrente: il regalo alla squadra e obiettivo terzino
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Comunicato ufficiale

Lotito altro comunicato contro la Stampa: ” Acerbi per un posto in Forza Italia…”

Published

on

lotito

Alcune testate giornalistiche hanno parlato di una trattativa tra Lazio e Monza per Acerbi parlando di come il giocatore possa essere in una trattativa per un posto in Forza Italia per Claudio Lotito con il Presidente del Monza Silvio Berlusconi. Il presidente biancoceleste spegne le accuse con un comunicato ufficiale portando in sede giudiziaria chi possa pensare che sia una trattativa per scopi politici diffamando la Lazio e lo stesso patron biancoceleste.

Il Comunicato Ufficiale

Su alcuni quotidiani oggi si legge la notizia di una presunta trattativa in corso tra la Lazio ed il Monza, avente ad oggetto la cessione del calciatore Acerbi, in cambio della candidatura del presidente Lotito nelle liste di Forza Italia alle prossime elezioni politiche. La notizia, oltre ad essere falsa, è assurda e dovrebbe essere considerata tale da giornalisti informati anche delle vicende del calcio. La trattativa tra i due club, relativa al calciatore Acerbi, è nata già dal mese di luglio, e non ha avuto esito per il rifiuto del giocatore interessato, manifestato fin dall’inizio.

La pubblicazione della fantasiosa trattativa è dettata solo dalla volontà di gettare discredito sulla Lazio e sul suo Presidente, elaborando la teoria del “seggio di scambio”, scimmiottando altre forme di scambio ben più gravi tanto care ad alcuni giornali.

La Lazio ed il suo Presidente considerano la notizia puramente diffamatoria e hanno dato mandato ai legali di chiederne conto in tutte le sedi giudiziarie a chi l’ha diffusa.

Leggi anche:   Lotito controcorrente: il regalo alla squadra e obiettivo terzino
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Calciomercato Lazio

Lotito chiude il mercato: ” Resta sia Milinkovic che Luis Alberto… ho mantenuto le promesse…”

Published

on

lotito calciomercato

Claudio Lotito chiude le voci di calciomercato riguardanti soprattutto Milinkovic Savic e Luis Alberto. I due giocatori sono pezzi da 90 che non partiranno sotto ad una cifra prestabilita dal presidente biancoceleste. Ed è proprio quest’ultimo ai microfoni de Il Messaggero a rilasciare delle dichiarazioni sul mercato e sulla campagna abbonamenti.

Voglio fare un applauso ai nostri sostenitori. Gli abbonamenti sono una bella risposta ai nostri sforzi anche se possiamo fare ancora meglio. Milinkovic a 50 milioni? A quella cifra non lo vendo, vale molto di più. Il nostro mercato così è completo e finito. Anche perché rimarrà pure Luis Alberto. Ho mantenuto in tempi rapidi tutte le promesse che avevo fatto. Sono stati presi tutti i rinforzi voluti da Sarri nel foglio”.

Leggi anche:   Lotito controcorrente: il regalo alla squadra e obiettivo terzino
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design