Connect with us

Intervista

Cadù ( ex Cluj): ” Lazio in leggero vantaggio ma…”

Published

on

lazio cluj

Mancano due giorni all’esordio dei Playoff di Conference League dove ci sarà il fischio di inizio di Lazio-Cluj. Ai microfoni di Lazio Style è intervenuto l’ex difensore dei romeni Cadù, dove ha collezionato 30 gol in 250 presenze dal 2006 al 2014.

«Giovedì mi aspetto una gara difficile per entrambe le squadre. Le partite a eliminazione diretta in Europa non sono mai facili, lo insegnano i precedenti. Credo che la Lazio però abbia un leggero vantaggio, grazie al fattore campo».

Lazio o Cluj: chi è la tua favorita per il passaggio del turno?
«Ovviamente il mio cuore dice Cluj: la Romania ormai è la mia seconda casa, lì ho vissuto otto anni stupendi. Visto il valore della rosa però, la mia favorita è ovviamente la Lazio».

L’ultimo Lazio-Cluj risale al 2019, quanto è cambiato il club romeno rispetto a quattro anni fa?
«Il Cluj non è cambiato molto rispetto a quella partita, l’allenatore, ad esempio, è lo stesso. Petrescu infatti è tornato a Cluj-Napoca dopo l’esonero del 2020. Sicuramente la qualità della squadra non è inferiore a quella di quattro anni fa. Lo dimostrano i tre campionati conquistati consecutivamente e l’attuale 2° posto nel torneo in corso».

Ti sarebbe piaciuto giocare con qualche calciatore della Lazio attuale?
«Assolutamente sì, difficile scegliere. Già essere allenato da un maestro come Sarri sarebbe stato un grande onore. I biancocelesti hanno tanti calciatori importanti in ogni reparto. Penso al carisma di Romagnoli, alla classe di Luis Alberto, alla potenza di Milinkovic, alle accelerazioni di Zaccagni e ovviamente ai gol di Immobile».

Durante la tua carriera hai avuto modo di giocare e anche vincere allo stadio Olimpico: quanto sei orgoglioso di questo?
«Giocando in grandi stadi come l’Olimpico e il Meazza di Milano ho coronato uno dei miei sogni da bambino. Con il Cluj vincemmo in Champions League in casa della Roma nel settembre 2008, un successo che viene ricordato ancora oggi perché eravamo al debutto nella massima competizione europea. Un’emozione semplicemente indescrivibile».

Sostieni Since1900. Il nostro portale è autogestito da tifosi biancoceleste e cerchiamo uno sponsor per aiutarci a rimanere Online
Continua la Lettura
Advertisement