Anche il Tottenham sulle tracce di Keita

La situazione Keita continua a infiammare il mercato biancoceleste: ormai appurato che l’ispanico-senegalese faccia i bagagli entro il prossimo giugno, quando il contratto che lo lega ai biancocelesti scadrà, ma l’intenzione del ragazzo e quella della società laziale è di trovare il prima possibile una nuova sistemazione. Invece impossibile pensare a un suo ripensamento e conseguentemente a un suo rinnovo contrattuale con la squadra che lo ha lanciato nel calcio che conta.

Trovare al più presto un nuovo club pronto ad accoglierlo non sarà certo difficile per Keita, e per la Lazio un suo trasferimento in questa sessione di mercato significherebbe almeno un ritorno economico, cosa che invece non accadrebbe in caso non si riuscisse a trovare una soluzione comoda per entrambe le parti, poichè la squadra capitolina non incasserebbe nulla, ritrovandosi senza uno dei migliori, se non il miglior giocatore disponibile in rosa, mentre Keita rischierebbe un anno punitivo lontano dai campi, a guardare i suoi compagni dalla tribuna.

Poco più di una settimana fa si dava per certa la doppia cessione del senegalese e di Biglia al Milan per una cifra complessiva vicina ai 60 mln di euro; mentre per il capitano biancoceleste il Milan formalizzerà l’acquisto una volta che l’argentino tornerà dagli impegni con l’Albiceleste, Keita ha rifiutato l’offerta rossonera, poichè gradirebbe molto di più un trasferimento alla Juventus, la quale però non sembra convinta ad acquistarlo prima della scadenza naturale del contratto che lo lega ai biancocelesti, avendo al momento offerto alla dirigenza capitolina 10 mln di euro (neanche la metà di quelli offerti dal Milan). E’ così che si fa largo l’idea di un trasferimento all’estero: dopo i rifiuti per le offerte recapitate dalle due squadre di Liverpool è il Tottenham che sembra voler puntare forte sul giocatore. Il tecnico Pochettino ha inviato già da tempo l’identikit di un esterno in grado di impreziosire il settore offensivo degli Spurs, e Keita sembra rispondere alla perfezione alle caratteristiche richieste nel nord di Londra. Si aspettano sviluppi sulla vicenda nelle prossime settimane, difficile pensare in qualunque caso che un’eventuale trattativa si chiuda in breve tempo, date anche le condizioni imposte da Lotito per liberarsi del suo gioiello.