Allegri: “La Lazio ha meritato. Noi abbiamo giocato solo il secondo tempo”.

Amare le parole del tecnico Juventino, che intercettato in zona mista, esprime tutto il suo dissenso riguardo la brutta prestazione dei suoi ragazzi, ecco le sue parole:

“Indipendentemente dal gol la Lazio ha meritato la vittoria. Noi fino a pochi minuti dalla fine non abbiamo giocato. Questo ci deve riportare con i piedi per terra e adesso dobbiamo riprenderci. Loro andavano più forti, poi è normale che nel finale sono calati e noi abbiamo preso campo. Nonostante questo la Lazio ha meritato.Douglas Costa? Ha puntato gli avversari e aperto di più il gioco. Non ci sono scusanti, oggi il calcio ci ha tolto quello che a volte ci ha dato. Abbiamo iniziato più tardi la preparazione, e stiamo soffrendo fisicamente. Sapevo che potevamo trovare delle difficoltà. Dovevamo gestire meglio il primo tempo. Abbiamo fatto una brutta prestazione. Bisogna rimettersi a lavorare. Dispiace perché abbiam perso il primo obiettivo della stagione. Le vittorie sul campo bisogna sempre sudarsele. Annate come queste sono sempre difficili. Due anni fa abbiamo vinto con la Lazio in Supercoppa e poi siamo partiti male in campionato, speriamo quest’anno sia il contrario”. Massimiliano Allegri ha rilasciato alcune dichiarazioni interessanti anche in conferenza stampa: “La Lazio ha meritato questa vittoria. Ha giocato meglio di noi come impatto sulla partita. Noi avevamo iniziato anche bene poi improvvisamente abbiamo iniziato a verticalizzare troppo e, in questo modo, abbiamo lasciato spazio per l’azione del rigore. Non contenti potevamo subire un altro gol dopo pochi minuti quando Buffon ha parato”. Su cosa migliorare e cosa salvare: “Potevamo andare ai supplementari e magari il risultato sarebbe cambiato. Bisogna però lavorare sulla prestazione. Quando non riesci a giocare con la Lazio che pressava molto bene non puoi prendere certi gol. Salvo i primi dieci minuti e la reazione negli ultimi venti. Portare la partita in equilibrio con i cambi di questa sera voleva vincerla. Probabilmente a quel punto bisognava cercare i supplementari e non il 3-2. La prestazione sarebbe comunque rimasta negativa”. Allegri chiude puntando il dito sull’atteggiamento: “Capita di fare delle brutte partite, ma non ci si può esporre in campo aperto all’avversario. Se stai in difficoltà la partita la devi trascinare alla fine. Quello che è successo sul 3-2, schierati, è la stessa cosa di quanto visto dopo il decimo minuto. Ne abbiamo combinate di tutti i colori”.