Connect with us

News

Sampdoria-Lazio, la moviola: giusto il rigore per i biancocelesti, resta qualche dubbio sul gol di Diakité

Published

on

Pomeriggio tutt’altro che tranquillo per Nicola Rizzoli, fischietto internazionale della sezione di Bologna. Sampdoria e Lazio si giocano rispettivamente salvezza e un posto europeo, con l’agonismo che domino sin dalle prime battute del match. Un rigore per gli ospiti, un gol contestato ai padroni di casa (che poi risulterà decisivo) e molte ammonizioni su entrambi i fronti. Ma andiamo ad analizzare nel dettaglio l’arbitraggio.

Primo tempo

20’ – Fernando colpisce Konko, Rizzoli concede giustamente il fallo.

21’- In una delle sue solite discese, Diakité viene fermato con le cattive al limite dell’area biancoceleste da Hoedt. Per l’olandese scatta inevitabilmente l’ammonizione.

28’ – Candreva continua a spingere sull’out di destra. La sua azione personale termina con un cross, respinto da Kristicic. Sul rimpallo la sfera viene toccata con la mano, ma per Rizzoli non c’è rigore. Decisione corretta.

32’ – Su un cross di Keita, Candreva è pronto a battere a rete. E’ fondamentale l’intervento di Cassani, che lo contrasta. L’ala di Tor de’ Cenci protesta vivacemente e si becca pure l’ammonizione.

36’ – Percussione di Keita in area di rigore doriana. Il senegalese, contenuto da Diakité, nel tentativo di cambiare direzione scivola. Rizzoli lo ammonisce per simulazione. Decisione molto dubbia: Keita non si lascia cadere, bensì scivola e negli attimi successivi continua a lottare sul pallone, non protestando nei confronti del direttore di gara.

43’ – Rizzoli concede il rigore alla Lazio: Keita viene fermato in area da Dodò, che lo ferma nel tentativo di calciare verso la porta di Viviano. Il difensore brasiliano viene inoltre ammonito. Decisione corretta di Rizzoli.

Secondo tempo

10’ – Konko colpisce Fernando in ritardo e viene ammonito.

23’ – Ancora Konko, che riesca di rientrare anzitempo negli spogliatoi: già ammonito, il francese interviene in ritardo ancora una volta su Fernando. Rizzoli decreta il calcio di punizione, ma non sanziona il terzino biancoceleste.

31’ – Soriano cade al limite dell’area dopo un contrasto con Lulic. Ma è il calciatore blucerchiato a cercare il contatto con il bosniaco.

33’ – Azione confusa nell’area biancoceleste: dopo il miracolo di Marchetti sul colpo di testa di Silvestre, il pallone sbatte sulla traversa e sul rimpallo inizia un parapiglia. Il più lesto di tutti e Modibo Diakité, che si fa spazio tra compagni e avversari e mette dentro il pallone del 2 a 1. La palla supera sicuramente la linea di porta, ma resta qualche dubbio per un tocco di mano del sampdoriano.

Leggi anche:   Dopo Pellegrini anche Diego Gonzalez: è lui il vice Immobile?

35’ – Viene giustamente ammonito Gentiletti per fallo su Soriano.

38’ – Ancora un giallo, questa volta per il neoentrato Mauricio, che stende Correa.

45 +3 – Skriniar commette fallo al limite dell’area ai danni di Keita, imbeccato splendidamente da Morrison. Per il giovane difensore blucerchiato arriva anche la prima ammonizione in Serie A.

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement