fbpx

Mercato: è Reyes il nome nuovo per la difesa. L’Empoli allontana Mario Rui, mentre Kalinic e Zarate…

Nel day-after, l’eliminazione dalla Coppa Italia per mano della Juventus brucia ancora. L’obiettivo della Lazio è quello di voltare pagina per ritrovare il sorriso già nel match di domenica all’Olimpico contro il Chievo Verona. Bisogna vendicare l’andata, con un 4 a 0 che non ammette repliche, e ripartire. Una quiete dopo la tempesta che potrebbe arrivare anche grazie a qualche notizia confortante dal mercato.

L’edizione odierna de’ La Repubblica lancia in esclusiva un’indiscrezione sul secondo centrale, dopo Milan Bisevac, che dovrebbe arrivare alla corte di Stefano Pioli. Sembra infatti che il sodalizio biancoceleste si sia messo sulle tracce del difensore classe 1992 Diego Reyes, messicano con passaporto spagnolo. Il calciatore è di proprietà del Porto, che in questa stagione l’ha ceduto in prestito al Real Sociedad. Reyes ha collezionato 12 presenze tra Liga e Copa del Rey, ma sarebbe pronto a sbarcare nella Capitale per consacrarsi definitivamente a livello internazionale. Egli rappresenta già una certezza de’ El Tricolor, la nazionale messicana, dove è considerato l’erede dell’ex calciatore di Barcellona e Verona Rafa Marquez.

Nelle ultime ore è tornato in voga anche un nome già accostato al club biancoceleste la scorsa estate: Mario Rui, terzino sinistro di proprietà dell’Empoli. Il giovane calciatore rappresenta già una sicurezza nel panorama calcistico italiano e potrebbe rispondere all’identikit ideale per la corsia mancina della retroguardia di Pioli. Il direttore sportivo dei toscani Marcello Carli è intervenuto ai microfoni di LazioPress.it per spiegare la situazione: “La Lazio, non ci ha contattato per Mario Rui e neanche per Laurini. Sono due giocatori fondamentali per noi e come ribadito più volte non è intenzione da parte nostra di privarci di elementi importantissimi”. Una chiusura netta che non lascia spazio a repliche.

Intanto il portiere dell’Hajduk Spalato Lovre Kalinic, al centro dell’asta alla quale ha partecipato anche la Lazio, ha raggiunto un accordo con l’Aston Villa. L’estremo difensore classe 1990 effettuerà in giornata le visite mediche per poi porre la firma sul contratto che lo legherà ai Villans. L’offerta dei britannici si aggira intorno ai 6,5 milioni di euro, una cifra ben distante dai 2,5 proposti dal sodalizio capitolino, riuscendo a battere la concorrenza agguerrita soprattutto dei turchi del Besiktas,

E per un calciatore che non vestirà la maglia della Lazio, ce n’è uno che è diventato grande proprio con la casacca biancoceleste: stiamo parlando di Mauro Zarate. L’argentino è pronto a sbarcare per la seconda volta in Italia: già nella giornata di oggi è atteso a Firenze per le visite di rito e la firma sul contratto. Come anticipato nei giorni scorsi, la società viola ha concluso l’accordo con il West Ham sulla base di un prestito con diritto di riscatto fissato a una cifra vicina ai 3 milioni di euro. Ceduto Zarate, gli Hammers tornano prepotentemente sul mercato a caccia del colpo grosso: Daniel Sturridge del Liverpool. Appuntamento all’ultimo turno, quando Zarate tornerà nuovamente all’Olimpico, per la seconda volta da avversario.