Se ti piace il nostro Format, aiutaci a rimanere online con una semplice donazione di 0,80 €

Mercato: Vermaelen e Cabral ipotesi concrete. Si lavora anche per il centrocampo

Dopo l’acquisto di Milan Biševac la Lazio non intende fermarsi in sede di mercato, proprio come ha confermato il direttore sportivo biancoceleste Igli Tare nel prepartita di Lazio-Carpi ai microfoni dell’emittente televisiva Mediaset Premium. “Dopo Biševac faremo altri colpi in difesa” ha sentenziato l’albanese, aprendo anche ad eventuali proposte di altre squadre per i calciatori di proprietà della Lazio: “Mercato in uscita? Se ci sarà occasione, valuteremo attentamente tutte le offerte“.

Lo staff dirigenziale biancoceleste sta lavorando su più fronti per regalare al più presto un altro centrale difensivo a Stefano Pioli. Gli ultimi due nomi vengono dalla Spagna e corrispondono esattamente all’identikit di giocatore che ha chiesto il tecnico emiliano: Thomas Vermaelen e Gustavo Cabral. Il difensore belga sta trovando poco spazio nel Barcellona delle meraviglie di Luis Enrique e vuole giocare in vista dell’Europeo che si terrà quest’anno in Francia. La Lazio sta già trattando da qualche giorno con il club catalano sulla base di un prestito con diritto di riscatto fissato ad una cifra vicina ai 6 milioni di euro. Una trattativa che può evolversi rapidamente, ma che ha come grande ostacolo l’ingaggio del 30enne: Vermaelen guadagna circa 4 milioni di euro a stagione, un’enormità per le casse biancocelesti. Non è però da escludere che il belga decida di dimezzarsi lo stipendio per approdare nella Capitale e giocarsi le sue carte in vista della competizione europea per nazioni. Gustavo+Cabral+RC+Celta+de+Vigo+v+Southampton+Ib1qHnO3USil L’altro nome è quello di Gustavo Cabral, argentino di passaporto spagnolo, che attualmente milita nel Celta Vigo. Difensore esperto, veloce e con un buon piede, rappresenta una possibile operazione molto simile a quella di Biševac, con il suo contratto che scade nel prossimo giugno. La Lazio ha già sondato il terreno. Il giocatore ha momentaneamente respinto le voci che lo accostano alla maglia biancoceleste dribblando la domanda di Diario Atlantico su un suo possibile arrivo a Roma: “Sono voci, ma io non ho ricevuto alcuna offerta. Penso solo al Celta e non a questi rumors. Tra una voce e un club che si presenta con un’offerta sul tavolo c’è molta differenza. Io non ho avuto proposte e sono concentrato per fare bene fino al termine della stagione“. Verità o gioco delle parti?

Il direttore sportivo laziale non lavora solo per difesa. Nella giornata di oggi è infatti fissato un incontro con l’entourage di Ronaldo Pompeu da Silva, centrocampista brasiliano di proprietà dell’Empoli. Il calciatore classe 1990 ha il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno: la Lazio potrebbe acquistarlo per poi cederlo in prestito in Serie B. Pescara e Salernitana sono sulle sue tracce già da un po’, garantendo un buon minutaggio al giovane verdeoro che in questa stagione è stato utilizzato solamente 3 volte dal tecnico della formazione toscana Marco Giampaolo. Fernando-Tissone E passando da un brasiliano ad un argentino, è delle ultime ore la notizia dell’interessamento della squadra biancoceleste per il centrocampista del Malaga Fernando Tissone. Il papà Lino, che cura gli interessi del calciatore, ha confessato ai microfoni del portale ‘Tuttomercatoweb.com’ l’indiscrezione: “Lazio e Bologna ci stanno pensando e i contatti vanno avanti da giorni, ma non sono le uniche squadre italiane che vogliono Fernando. Dall’Italia sono arrivate infatti tantissime offerte, così come dal resto d’Europa. Il suo contratto col Malaga scadrà il prossimo giugno e prenderlo a gennaio sarebbe quindi un vero affare, per di più a costo zero”. Tissone è molto legato all’Italia e vorrebbe ritornare nel nostro paese, dopo aver vestito le maglie di Sampdoria, Udinese e Atalanta. Nel caso di partenza di Onazi, si tratterebbe di un’operazione ‘low cost’ dall’eccellente rapporto qualità-prezzo.