La Uefa tuona: ” Non ha senso assegnare ora i titoli nazionali ora”

La UEFA è intervenuta con una lettera ufficiale dove parla dei campionati sospesi e alcune nazioni che stanno assegnando i titoli nazionali. Il  comunicato, firmato dai presidenti Ceferin, Agnelli e Olsson, arriva dopo la decisione del Belgio di sospendere il campionato per l’emergenza coronavirus. 

“Completare le competizioni anche a luglio e agosto. Non ha senso assegnare ora i titoli nazionali, la chiusura anticipata dei campionati potrebbe pregiudicare l’iscrizione alle coppe europee.

Qualunque decisione di sospendere i campionati sarebbe prematura e non giustificata. Siamo fiduciosi che il calcio possa ripartire nei prossimi mesi secondo le direttive delle Autorità. La decisione di sospendere i campionati potrebbe pregiudicare l’iscrizione alle coppe europee. E’ richiesto a tutte le Leghe di elaborare piani entro la metà di maggio per stilare un potenziale calendario con tutte le partite del calcio tra luglio e agosto, con la possibilità che la Champions e l’Europa League ripartano dopo i campionati stessi. Da parte nostra, fermare le competizioni è l’ultima spiaggia. Il dover completare la stagione, con risultati maturati sul campo sia il fine che tutti devono perseguire sino a quando è possibile, anche in una situazione senza precedenti come questa pandemia. La partecipazione alle competizioni Uefa è determinata dal risultato sportivo raggiunto al termine di un torneo nazionale, ma una risoluzione prematura desterebbe dubbi sull’adempimento di tale condizione è strettamente necessaria una gestione congiunta dei calendari poiché la conclusione della stagione in corso deve essere coordinata con l’inizio di quella successiva”.

Leggi anche:   Seria A il 13 Giugno? No! Arriva il comunicato della Figc