Inzaghi: conferenza stampa

Inzaghi suona la nona e passa il girone da prima in classifica. L’ unica ancora a punteggio pieno.  La Lazio ora potrà pensare solo al campionato senza l’ ansia dell’ Europa.

Leggiamo cosa dice il mister:

Cosa è piaciuto di più questa sera?

“Tutto. Avevamo un bello stadio, i tifosi ci hanno dato una mano. Giocavamo contro una squadra forte, fisica, che ha qualche problema. Però sono molto soddisfatto. Siamo l’unica squadra ad aver vinto tutte le partite, complimenti ai miei ragazzi. Siamo andati al di là delle attese. Ma nulla arriva per caso, è da luglio che i ragazzi lavorano per fare bene”.

Che effetto  fanno questi numeri incredibili?

Onore a questi ragazzi che hanno fatto qualcosa di straordinario. Il difficile viene adesso, già tra tre giorni contro l’Udinese. Dobbiamo essere bravi a recuperare le forze. Le prime 16 partite le abbiamo fatte molto bene, ora dobbiamo dimostrare che non siamo lì per caso. Adesso siamo una certezza“.

La Lazio è in corsa per Europa League e Scudetto?Oppure è presto?

“È possibile. Non è un caso che siamo lì, è frutto del lavoro di tutti i giorni. I ragazzi mi seguono nel migliore dei modi, ora dobbiamo rimanere più in alto possibile in campionato e arrivare più avanti possibile in Europa. È mancata un po’ di brillantezza oggi, ma abbiamo affrontato una squadra fisica che ci ha creato dei problemi.”

Sul confronto con la Lazio del 1973/’74 che ne pensa?

“Fa piacere essere paragonati a quella squadra. Si divertono, stanno bene insieme. Siamo più in ritiro che a casa, siamo più tra di noi che con le nostre famiglie. Ora chiedo alla squadra di tenere la concentrazione per la partita contro l’Udinese”.