Caos Napoli, cosa succede ora?

Ancelotti dopo il ritiro punitivo imposto da De Laurentis, in conferenza stampa pre partita ha ribadito di non esser rimasto contento di questo ritiro. Non era convinto e con lui era d’accordo anche la squadra.
Quello che è successo ieri sera ha del clamoroso. Alla fine del match terminato per 1-1, i giocatori del Napoli hanno disertato il ritiro imposto dalla società. Infatti al ritorno a castel Volturno il pullman della squadra era completamente vuoto e i giocatori tutti nelle rispettive case. Non sapevano che il ritiro dovesse continuare fino a domenica.
Appresa la notizia i giocatori sono rimasti comunque a casa e hanno disertato nuovamente il ritiro.
Ancelotti invece insieme al suo staff nella notte sono tornati nel quartier generale Napoletano e hanno continuato il ritiro da soli.
Questa mattina il confronto tra tecnico e squadra non si è fatto attendere. Camere cancellate e alla fine dell’allenamento tutti via di corsa verso le proprie case. Ancelotti e il suo staff rimangono ancora al centro tecnico.

Leggi anche:   Inzaghi presenta la sfida di domani

Arrivato anche il comunicato della società :

La Società comunica che, con riferimento ai comportamenti posti in essere dai calciatori della propria prima squadra nella serata di ieri, martedì 5 novembre 2019, procederà a tutelare i propri diritti economici, patrimoniali, di immagine e disciplinari in ogni competente sede.
Si precisa  inoltre di aver affidato la responsabilità decisionale in ordine alla effettuazione di giornate di ritiro da parte della prima squadra all’allenatore della stessa Carlo Ancelotti. Infine comunica di aver determinato il silenzio stampa fino a data da definire
.

Per la squadra l’appuntamento è fissato per domani, quando Insigne e compagni si troveranno (salvo cambiamenti) al San Paolo a porte aperte per prendere parte all’allenamento pomeridiano in programma alle 15.30.

Leggi anche:   Inzaghi parla su Sky Sport: "Rammaricati perchè..."


Seguici su Facebook!