AS Roma: guai in casa

Convocato il CDA: si prospettano scenari preoccupanti

Brutte notizie in casa Roma. Il quadro creditizio dei giallorossi non è per nulla rassicurante e in virtù di ciò, è stato convocato in queste ore il consiglio d’amministrazione della società. I vertici del club, dopo aver approvato la situazione patrimoniale al 31 marzo, lamentano infatti di una cifra di debito consolidato che si attesta sui 278,5 milioni di euro, in aumento di circa 60 milioni rispetto al mese di giugno dello scorso anno (57,9 mln per l’esattezza).

Una situazione mai vista prima dalle parti di Pallotta e soci, i quali non sono riusciti a vedere le azioni a Dan Friedkin, il quale non ha tardato a fare un netto passo indietro per il passaggio di proprietà. Tale situazione ha costretto pertanto i vertici giallorossi a convocare per legge una nuova riunione degli azionisti per il 26 giugno. Da sottolineare che la Società Roma ha già messo in bilancio tutti gli introiti del Campionato 2019/2020, introiti che non sono ancora entrati nelle casse giallorosse causa emergenza covid19 e sui quali non v’è neanche la certezza sull’incasso definitivo. Di seguito, il comunicato del club:

Leggi anche:   Petkovic, le parole alla vigilia del 26 Maggio 2020

Il Consiglio di Amministrazione di A.S. Roma S.p.A., riunitosi in data odierna, ha approvato la situazione patrimoniale consolidata e separata riferita al 31 marzo 2020, da cui emerge un risultato economico civilistico relativo ai primi nove mesi dell’esercizio 2019/20 che ha determinato una situazione di riduzione del patrimonio netto di A.S. Roma S.p.A. per perdite tale da integrare la fattispecie di legge di cui all’art. 2447 del Codice Civile (riduzione del capitale sociale – per perdite d’esercizio – di oltre un terzo e oltre il limite di legge per il tipo societario). In tale situazione, tenuto altresì conto delle previsioni dell’art. 6 del D.L. n.23 del 8 aprile 2020 (c.d. “Decreto Liquidità”), con riferimento alla sospensione degli obblighi previsti dal Codice Civile in tema di perdita del Capitale Sociale, nonché all’obbligo di informativa ai soci, gli amministratori hanno deliberato la convocazione dell’Assemblea degli Azionisti per il giorno 26 giugno 2020, alle ore 15:00, in prima convocazione, ed occorrendo, in seconda convocazione, per il giorno 29 giugno 2020, stessa ora. L’avviso di Convocazione dell’Assemblea degli Azionisti e la relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione, redatta ai sensi dell’articolo 2447 del Codice Civile e dell’articolo 74 del Regolamento adottato dalla Consob con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999, come successivamente modificato sarà predisposta e messa a disposizione dei soci nei tempi e secondo le modalità previste dalla normativa in vigore“.

Leggi anche:   Vladimir Petkovic parole d'amore per i tifosi biancocelesti