Vinicius Freitas: “Grazie Lazio! A Zurigo sto crescendo molto”

Arrivò con tanto scetticismo a Roma, e se vogliamo dirla non ha fatto moltissimo per smentire i critici. Un anno a dir poco anomalo, poi l’anno scorso a Perugia con un campionato discreto in Serie B e ora nella Serie A svizzera con lo Zurigo allenato dall’ex difensore del Liverpool, Sami Hyypia. Ai microfoni de LaLazioSiamoNoi, il terzino brasiliano Vinicius Freitas ha rilasciato dichiarazioni positive, a dimostrazione che l’esperienza in Europa sta finalmente fruttando come vorrebbe.

Come procede l’esperienza allo Zurigo?

“Bene, finalmente sto trovando la continuità che cercavo. Voglio confermarmi partita dopo partita, sto crescendo molto”.

Eppure inizialmente giocavi con la squadra Under 21 e non venivi nemmeno convocato in prima squadra…

Leggi anche:   Lazio-Sassuolo: l'arbitro e le statistiche

“Non ero al 100%, ecco perché non giocavo. Lo staff tecnico mi ha fatto un programma di allenamento personalizzato per recuperare la forma. In estate non ho svolto il ritiro perché ero in nazionale, inoltre ero reduce da un infortunio rimediato col Perugia”.

Perché hai scelto proprio lo Zurigo?

“Perché mi ha voluto fortemente e io avevo bisogno di giocare con continuità”.

Quali sono le differenze tra il calcio italiano e quello svizzero?

“Il calcio svizzero è molto fisico, un po’ come in Italia. Ma qui si cura di meno la parte tattica”.

Leggi anche:   Ufficiale: La Lazio vende definitivamente Berisha, ma non al Fortuna Dusseldorf

Tra i tuoi compagni della Lazio chi sento ancora?

“Felipe Anderson è un mio grande amico, ma è da un po’ che non lo sento. Quest’anno non siamo nemmeno andati in Nazionale insieme e quindi non ci siamo visti. Spero stia bene e che possa continuare ad aiutare la Lazio”.

Com’è il tuo rapporto con l’allenatore Sami Hyypia?

“Molto buono. Parla spesso con me, mi dice sempre come posso migliorare, guardiamo insieme i video delle partite per analizzare gli errori commessi. Grazie a lui sto crescendo molto”.

Qual è l’obiettivo stagionale dello Zurigo?

“Pensiamo partita dopo partita, abbiamo bisogno di fare punti per stare sereni. Il 12 dicembre giocheremo i quarti di Coppa, è una gara molto importante. Vogliamo arrivare lontano in questa competizione”.

Leggi anche:   Lucas Leiva: " Non siamo sotto pressione, usciremo da questa situazione"

Quanto ti senti cresciuto da quando sei arrivato in Italia?

“Tanto, sia tatticamente che fisicamente. In questa stagione ho fatto tre assist, spero che anche il gol arrivi presto”.

A Zurigo come si vive? È difficile sopportare il freddo per te che sei abituato a tutt’altro clima?

“Si sta bene, anche se è vero che fa molto freddo (ride). L’importante è giocare, se scendo in campo va bene tutto il resto”.