Udinese-Lazio 0-0 un punticino che serve a poco

La Lazio porta a casa un punto da Udine ma evidenzia ancora una volta limiti chiari. La squadra di Inzaghi che ancora una volta decide di non fare turnover è fisicamente a pezzi ma sbaglia anche tanto.

Come detto Inzaghi opta per la formazione tipo con Luiz Felipe al posto di Patric squalificato e Parolo al posto di Leiva ormai out per tutta la stagione. La Lazio parte meglio e fa girare bene la palla, ma prima Luis Alberto e poi Milinkovic Savic sciupano da buona posizione. Questa è un po’ la partita della Lazio, tanti errori sotto porta e in difesa che compromettono ogni chance di portare a casa i tre unti per la Lazio.

Leggi anche:   Tutti a santificare Gattuso ma il tutto è partito da una sua minaccia!

Al 19′ Jony decide di lanciare in porta Lasagna che serve De Paul che sbaglia tutto. Jony ci riproverà nella ripresa ma questa volta Strakosha salva su Lasagna. La Lazio al 25′ ci prova con Lazzari da fuori, Musso compie l’unico intervento degno di nota della partita. Il primo tempo si chiude con Caicedo che invoca un calcio di rigore.

La ripresa si apre con la Lazio in attacco, ma con Ciro Immobile in ombra, Musso corre pochi pericoli. Anche l’ingresso di Lukaku cambia poco. al 53′ Luis Felipe invidioso di Jony perde palla da ultimo uomo e Lasagna si invola solo davanti a Strakosha che si supera e salva la Lazio.

Leggi anche:   Calciomercato Lazio: 3 sono le pedine in partenza...

All’88’ Adekanye entrato per Caicedo ha la sua chance ma De Paul, devia la conclusione in angolo. Sembra finita ma proprio all’ultimo secondo Acerbi serve De Paul davanti a Strakosha che però prende il palo. La sconfitta sarebbe stata troppo servera ma questa Lazio veramente è la copia sbiadita di quella prima della pausa