The show must go on, Lazio e Galatasaray in quell’11 settembre maledetto..

L’11 settembre del 2001 poteva essere un semplice martedi di calcio internazionale.. eppure non fu assolutamente così. Quell’attacco alle Torri Gemelle mandò in tilt i cuori e le emozioni del mondo intero, ma era pur vero che non si poteva rimanere immobili e passivi a vedere quelle angoscianti immagini di due aerei che, letteralmente, si infilavano dentro questi due grattacieli di New York nel pomeriggio italiano di quasi 15 anni fa.

E fu per quel motivo che la UEFA, con molta difficoltà e trovando compromessi, decise di far giocare regolamente le partite di quel giorno e di rinviare quelle del mercoledi; in questo clima surreale l’Ali Sami Yen di Istanbul rimane scenario regolare della partita di Champions League tra i turchi e la squadra di Dino Zoff.

Sarà il clima, sarà la poca concentrazione, rimane che per la Lazio quella serata fu fatale. Umit Karan punisce la squadra romana e fa festeggiare la sua, che aveva in panchina quel Mircea Lucescu che tra gli anni 90 e 2000 farà le fortune nell’Est Europeo e che in Italia, con Brescia e Inter, non ha saputo affermarsi come lo è tutt’ora.

Nel video sotto viene proposto la sfida di Istanbul e quella dell’Olimpico.

GALATASARAY-LAZIO 1-0, IL TABELLINO

GALATASARAY (4-3-3): Mondragon; Capone (72′ Perez), Emre, Bulent Korkmaz, Hakan Unsal; Umit Davala, Suat (88′ Berkant), Ergun; Hasan Sas, Arif (63′ Sergen), Umit Karan. A disposizione: Kerman, Spehar, Horvath, Fleurquin. Allenatore: Lucescu.

LAZIO (3-5-2): Peruzzi; Stam, Nesta, Fernando Couto; Pancaro (81′ S.Inzaghi), Mendieta (52′ Stankovic), Simeone, Fiore, Favalli (71′ Cesar); Crespo, C.Lopez. A disposizione: Marchegiani, Colonnese,Giannichedda, Castroman. Allenatore: Zoff.

Arbitro: Sig. Wojcik (Polonia).

Marcatori: 78′ Umit Karan.

Note: ammonito Stam e Fiore. E’ stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria dei morti nell’attentato al World Trade Center di New York. Recuperi: 1′ p.t 3′ s.t.

Spettatori: 20.000 circa.