Serie A: il resoconto della settima giornata

La settima giornata della Serie A termina con il big match Inter-Juventus dove gli ospiti conquistano i tre punti sui neroazzurri che valgono il primo posto.

Brescia e Sassuolo dovranno recuperare il match visto il rinvio per ovvie ragioni. La Lazio e la Roma terminano il match con un secco X rimanendo invariate in classifica con i biancocelesti che vedono i 3 punti infrangersi sulla traversa di Correa ed i giallorossi vedono annullarsi giustamente la rete del vantaggio per un fallo offensivo nell’azione del gol.

Leggi anche:   Coppa Italia Lazio-Cremonese, posticipato l'orario d'inizio

Sorpresa Milan che finalmente trova la vittoria grazie ad un Reina dalle due facce: prima una papera nel gol del vantaggio rossoblu per poi salvare i rossoneri da un pareggio in extremis su calcio di rigore nello scadere.

La Spal vince sul Parma di misura ed in 10 uomini, sorpresa Verona che abbatte la Sampdoria per 2 reti a 0. La Fiorentina di misura vince sull’Udinese mentre l’Atalanta mostra ancora i muscoli con un secco 3-1 ai danni del neo promosso Lecce. Reti bianche invece a Torino contro il Napoli.

Leggi anche:   Napoli-Parma a rischio rinvio

Sabato
15.00
Spal-Parma 1-0
31° Petagna
18.00
Verona-Sampdoria 2-0
9° Kumbulla, 81° Murru (aut)
20.45
Genoa-Milan 1-2
41° Schone, 52° Hernandez, 57° Kessie

Domenica
12.30
Fiorentina-Udinese 1-0
72° Milenkovic
15.00
Atalanta-Lecce 3-1
35° Zapata, 40° Gomez, 56° Gosens,
86° Lucioni
Bologna-Lazio 2-2
21° Krejci, 23° Immobile, 31° Palacio,
39°Immobile
Roma-Cagliari 1-1
26° Joao Pedro, 31° Ceppitelli (aut)
18.00
Torino-Napoli 0-0
20.45
Inter-Juventus 1-2
4° Dybala, 18° Martinez, 80° Higuain

  1. Juventus 19
  2. Inter 18
  3. Atalanta 16
  4. Napoli 13
  5. Roma 12
  6. Lazio 11
  7. Cagliari 11
  8. Fiorentina 11
  9. Torino 10
  10. Verona 9
  11. Bologna 9
  12. Parma 9
  13. Milan 9
  14. Udinese 7
  15. Sassuolo 6*
  16. Brescia 6*
  17. Spal 6
  18. Lecce 6
  19. Genoa 5
  20. Sampdoria 3
Leggi anche:   Cagliari-Lazio: Pisacane avverte la Lazio: "Tutte le squadre ci temono"

* Una partita in meno