Pioli: “Abbiamo giocato per vincere. Per il ritorno c’è da lavorare”

Al Letnò Stadion di Praga finisce 1-1 come a Istanbul. Stefano Pioli ancora una volta costretto a fare di necessità virtù, visti gli infortuni in corso della partita di Konko e Basta con Radu e Bisevac in campo solo per onor di firma. Ma ecco le parole del tecnico biancoceleste in conferenza stampa:

La Lazio ha fatto un gol. Poteva farne due?

“Abbiamo giocato per vincere, abbiamo lottato e stretto i denti. Abbiamo creato più noi degli avversari, ci siamo riusciti. Volevamo portarci a casa un vantaggio, ci siamo riusciti. Ma l’avversario è di buon valore, ci sarà da lavorare tanto nel ritorno.

Gli infortuni hanno tolto dei cambi. E per il ritorno?

Due cambi su tre sono stati dettati da infortuni, è l’aspetto negativo. Per Konko dovrebbe essere affaticamento, Basta e Radu sono da valutare. Alla fine eravamo stanchi, il terreno era difficile. Dei cambi potevano darci dei vantaggi”.

L’arbitro ha minacciato la sospensione. Teme per il ritorno?

Io onestamente durante la partita faccio fatica, non sento il caldo e il freddo, io non ho sentito nulla di particolare. Sono rimasto sorpreso, credo sia stato Costa a dire qualcosa all’arbitro che quando ha parlato con me era tranquillo.

Percentuali?

Tutto da giocare e conquistare, prima eravamo al 50%, ora abbiamo il 51%. E’ un vantaggio che non è facile da gestire, non ti permette di fare strategie. Bisogna giocare con spirito e fare dei gol per passare il turno. Sono avversari che fuori casa hanno fatto bene.

Keita ha giocato molto bene…

Credo che abbia fatto una buonissima partita, dovevamo sfruttare la loro velocità. Sapevamo che avrebbero spinto sulla destra, l’avevamo studiata così, ha fatto una buona gara da attaccante esterno, è stato bravo a venire dentro, a farsi vedere tra le linee. Ha giocato bene, come il resto della squadra d’altronde.

Cosa vuole vedere e cosa non vuole rivedere del ritorno con il Galatasaray?

Tutto quello, abbiamo concesso poco, ma il nostro è un calcio offensivo, con loro siamo stati intelligenti. Abbiamo rischiato poco, lo Sparta deve comunque segnare almeno un gol. Mi auguro di rivedere lo stesso spirito visto con il Galatasaray.

Se Konko non dovesse recuperare, Mauricio potrebbe giocare una partita intera come terzino?

Con noi non ha mai giocato lì, solo in allenamento ogni tanto. Lo potrebbe fare per caratterisrtiche, oggi l’ha fatto con la giusta attenzione. Ma mi auguro di recuperare Konko e da quello che ho capito ci sono buone possibilità.

La Lazio ha pareggiato su corner. L’ha preparati così?

Come sempre studiamo gli avversari, avevamo preparato dei movimenti che ci hanno dato vantaggi. In Europa riusciamo a concretizzare di più, in Italia meno ed è un peccato perché siamo la squadra che calcia più corner di tutti.

Seguici sui nostri canali e clicca Like
0

Sei soddisfatto del nostro lavoro? Condividici sui social per informare i tuoi amici!