Pioli: “Dobbiamo vincere per salvare la stagione, i tifosi devono aiutarci”

Mancano poco più di 24 ore dalla sfida della Lazio contro lo Sparta Praga. Questo pomeriggio, a Formello, è intervenuto in conferenza stampa Stefano Pioli, di seguito le sue dichiarazioni:

Quanto stravolgono i suoi piani le assenze? “Gli infortuni ci sono, ma non dobbiamo piangerci addosso. Ho un organico importante, posso mettere in campo una formazione competitiva”.

Mauri e Klose possono servire per la loro esperienza? “Sono importanti per come vivono le partite e per come le interpretano. Hanno fatto bene domenica, aspetto domani per decidere. Potrebbero essere adatti per giocare”.

Konko come sta? “Sono sempre ottimista, per lui devo aspettare. L’allenamento di oggi ci dirà qualcosa in più, spero possa farcela”.

Cosa salverebbe questa stagione? “La salverebbe andare il più avanti possibile. Provare a vincere l’Eruopa League e provare a recuperare in campionato. Una vittoria domani ci darebbe uno slancio a livello di entusiasmo e per la voglia di finire bene. Ho sempre detto che la prossima partita è la più importante, sicuramente sarà così domani”.

Che Lazio si vedrà? “L’andata non ci può fare cambiare l’atteggiamento. Dobbiamo entrare ed essere propositivi. Dobbiamo giocare con lucidità, abbiamo rispetto per gli avversari ma consapevolezza nei nostri mezzi. Servirà lucidità”.

Klose rilanciato dopo la doppietta? “E’ sicuramente un giocatore esperto, non si può dire il contrario. Sa leggere la partita, non ci sono dubbi. Ha fatto gol e segnare aiuta a recuperare energie”.

Come sta Djordjevic? “Ha avuto un problema alla schiena, non credo sia disponibile per domani”.

Più forte lo Sparta Praga o il Galatasaray? “E’ difficile da dire, sono due squadre diverse. il Galatasary attaccava in un certo modo, era pericolo per alcuni calciatori ma concedeva qualcosa dietro. Lo Sparta è più compatto e più difficile da superare, lo dicono i pochi gol presi. Anche lo Sparta ha i suoi punti deboli e su quelli abbiamo lavorato”.

Come dovrà giocare la Lazio? “Dobbiamo giocare una partita precisa tecnicamente, evitando passaggi forzati. Giocare un calcio semplice e lineare. Dovremo essere compatti”.

Difesa a tre possibile? “Non credo, poi dipende dalle condizioni di Konko. Si può mantenere un certo tipo di aspetto, ma non ho mai creduto che le posizioni iniziali siano determinante. Il calcio è movimento e noi dovremo muoverci bene”.

La Lazio cercherà il gol o sfrutterà le ripartenze? “Bisogna giocare da squadra, dovremo attaccare in certi momenti con decisione e velocità, in altri dovremo fare bene la fase difensiva. I nostri avversari sono pericolosi, dobbiamo essere lucidi a colpire quando avremo la possibilità”.

Cosa si sente di dire ai tifosi e ai giocatori visti gli arbitraggi? “Più siamo e meglio è, ognuno tifoso che viene è un’arma in più per superare il turno. I tifosi devono sostenerci, lasciamo perdere le altre cose che non c’entrano nulla con questo sport. Ai miei giocatori dico di rimanere concentrati per superare il turno”.

La partita più importante della sua carriera? Mauri può giocare? “E’ importante, ne ho giocate altre in passato, ne avrò altre in futuro. E’ determinante per la stagione della Lazio, stiamo bene a livello mentale. Mauri è una possibilità, sceglierò la migliore squadra possibile”.

Leggi anche:   Stefano De Martino a radio Kiss Kiss: " Scudetto? Non ci nascondiamo dietro un dito"