Parolo e Keita: “Bene ma non dobbiamo fare calcoli”. Biglia: “Restiamo concentrati”

È finita 1-1 l’andata degli ottavi di Europa League tra Sparta Praga e Lazio. Un risultato che sicuramente favorisce gli ospiti in vista del ritorno in casa.
A fine partite è intervenuto Marco Parolo, ai microfoni di Sky: “Prima di subire il gol abbiamo avuto 2-3 occasioni per andare in vantaggio – spiega il centrocampista ai microfoni di Tv8 – la partita si sarebbe incanalata in modo diverso. Nel secondo tempo abbiamo tenuto bene, abbiamo avuto diverse ripartenze tra cui il gran tiro di Antonio (Candreva, ndr) finito sulla traversa. Ci portiamo un piccolo vantaggio e in casa ci giochiamo tutto per la qualificazione. In discesa? Affatto, in Europa non ci sono partite facili. Dobbiamo stare attenti, lo Sparta può metterci in difficolta. Dobbiamo pensare che la partita è sullo zero a zero e non fare calcoli. Se saremo bravi a fare il nostro gioco possiamo passare turno”.

Poi ecco le parole di Keita: “Sono contento per la mia prestazione, ma credo che potevamo vincere e di questo sono dispiaciuto”. Il pareggio è comunque un risultato positivo, che permette di guardare con ottimismo alla seconda sfida all’Olimpico: “Da domani dobbiamo pensare al ritorno e alla vittoria per dare una soddisfazione ai tifosi e a noi stessi”. Keita, spesso considerato lo “spacca-partite” per la sua capacità di entrare bene a gara in corso, ha dimostrato di poter essere decisivo pure dall’inizio: “Sono cose che si dicono perché nelle ultime partite ho fatto bene entrando a gara in corso, ma io metto sempre le mie qualità a disposizione e credo di poter sempre aiutare la squadra. Provo sempre a dare il massimo, senza guardare l’età. Se hai talento devi saper far bene a prescindere”. Lo ha fatto sia da centravanti (ruolo occupato dopo l’uscita di Matri) che da esterno d’attacco, con una prova di grande sacrificio anche in fase di ripiegamento: “Il mister ci chiede sempre di attaccare gli spazi, anche perché i loro terzini attaccano molto e soprattutto quando ho giocato sull’esterno sono riuscito a trovare spazi e mettere dentro qualche palla”. Prima di pensare al ritorno contro lo Sparta Praga, la Lazio dovrà però vedersela con l’Atalanta: “Giochiamo partita per partita, non so come mai ci sia questa differenza tra campionato ed Europa. Ma adesso dobbiamo pensare al campionato e poi al ritorno di Europa League”. Infine un commento sugli ululati a Costa: “Io non ho sentito nulla, quando sono in campo penso al campo e mi concentro sul mio gioco e sulle indicazioni del mio allenatore. Non ho sentito nulla”.

Infine ecco le parole del capitano Lucas Biglia: “Dopo il loro gol abbiamo continuato in tranquillità mantenendo compattezza. Con un po’ di fortuna,saremmo riusciti a fare anche un risultato migliore. Abbiamo fatto un buon risultato, e una buona prestazione, ma non dobbiamo accomodarci su questo piccolo vantaggio: in casa dovremo chiudere il match. Atalanta? Abbiamo pochi giorni per recuperare, non dobbiamo rilassarci. Dobbiamo mantenere la stessa concentrazione di oggi per fare una buona gara domenica”.