Se ti piace il nostro Format, aiutaci a rimanere online con una semplice donazione di 0,80 €

Novità calciomercato: nasce il nuovo Milan di Montella. Napoli, Higuain non rinnova!

È un’estate molto calda per quanto riguarda il calciomercato, tante trattative e grandi colpi di scena. Partiamo da Napoli dove non si respira una bella aria, ma si guarda con paura alla stagione che verrà. Era partita bene la società di De Laurentiis con l’acquisto immediato del centrale difensivo Lorenzo Tonelli. Poi d’improvviso iniziano ad arrivare dei “no” pesanti, da Lapadula a Immobile, fino ad arrivare al Porto che non accetta nessun offerta per il centrocampista Herrera. I partenopei non possono permettersi di non migliorare la propria rosa, dovendo lottare su tre fronti tra i quali la Champions League. I tifosi iniziano ad accusare la presidenza colpevole di non riuscire mai a compiere quel passo decisivo per vincere finalmente un importante trofeo. Tra questi ce n’è uno speciale, Nicolas Higuain, proprio il fratello procuratore del “Pipita”. Eh sì, perché proprio qualche giorno fa ha dichiarato liberamente di non rinnovare il contratto del bomber argentino, non per problemi economici ma per una squadra non all’altezza di affrontare tre competizioni. Le accuse non finiscono qui perché riguardano anche la persona di De Laurentiis, che più volte di è permessa di dare del “chiattone” a Gonzalo Higuain.
Nonostante tutto ciò il Napoli è comunque fortunato perché il contratto dell’ex Real Madrid scade fra due anni e la clausola accordata in passato con l’agente è di 94milioni, una cifra che nessuno ha intenzione di pagare, anche se nelle ultime ore si stanno avvicinando le sirene del PSG.
Chi invece non vede l’Europa da troppi anni per quello che la sua storia insegna e non ha un futuro di grandi prospettive è il Milan di Berlusconi. Il presidente rossonero non si decide di lasciare una società, ormai sull’orlo del baratro. Con Galiani non c’è più feeling, e ogni stentate si scommette su nuovi progetti. Questa volta tocca a Vincenzo Montella, che dopo un’esperienza deludente a Genova è in cerca di riscatto. Una trattativa “last minute”, visto che fino all’ufficialità in pole position c’erano Brocchi e Giampaolo. Il primo ha fatto dietrofront preferendo ripartire da Brescia, una squadra minore per fare carriera. Il secondo, invece, non ha convinto del tutto visto che in tanti anni da allenatore ha lasciato il segno solo ad Empoli.
Dunque il Milan ripartirà da un tecnico che sicuramente levata l’ultima esperienza, sia a Catania che a Firenze ha fatto molto bene. Ma se si parla di una società che ha vinto ogni trofeo e ottenuto riconoscimenti in tutto il mondo ci si aspetta sempre qualcosa di più.
Il modulo di Montella potrebbe essere un 4-3-3 con la ricerca di un esterno veloce, oppure un 3-4-1-2 con l’obiettivo Vazquez che giocherebbe dietro le due punte, Lapadula e Bacca, con quest’ultimo che però potrebbe lasciare i rossoneri.