Se ti piace il nostro Format, aiutaci a rimanere online con una semplice donazione di 0,80 €

Montella: “grande prova di carattere. Onore ai miei ragazzi!”

Grande pareggio per il Milan di Montella, il quale si mostra particolarmente soddisfatto ai microfoni del post-match:

“Ogni allenatore ha la sua disamina, sono tante le volte che ho dovuto commentare noi che facevamo partite migliori degli altri e poi abbiamo perso. La squadra ha messo in campo ogni briciolo d’energia che gli era rimasto dopo Bologna. Abbiamo avuto giornate migliori dal punto di vista qualitativo, ma a me questa squadra emoziona perché ha messo in campo l’energia del gruppo. E’ stata una partita molto sofferta. L’approccio non era sbagliato. La fascia sinistra non aveva mai giocato insieme così come tre dei quattro centrali. Questa squadra è più forte di ogni cosa. Sosa ha cambiato l’inerzia della partita, si sta calando in un ruolo non suo come quello di play e sono sicuro che gli allungherà, di molto, la carriera”. Su Donnarumma: “Credo che il Milan voglia blindarlo e che lui sia innamorato del Milan e sono contento di averlo in squadra”. Sugli episodi: “Era convinto che fosse stato fischiato fallo a lui su Immobile. Non so se ci fosse il rigore per loro, non so se ci fosse quello su Abate, ma non possiamo star qui sempre a sindacare su quello che succede in campo. C’era emergenza massima. Sono molto più contento di questa prova rispetto ad altre dove abbiamo ottenuto lo stesso risultato. Sono sempre più fiero di allenare questi ragazzi, che mettono dentro uno spirito di squadra incredibile”.Su Bacca: “L’ho visto sorridente a fine partita. La smorfia? Stavamo perdendo”.

Il tecnico è intervenuto anche ai microfoni di Sky: “La gara di mercoledì ci ha tolto qualsiasi energia. Tanti ragazzi erano gli stessi, tre quarti della difesa non aveva mai giocato insieme. La fascia sinistra nemmeno si conosceva. Lo spirito di questa squadra mi emoziona perché contro un avversario forte abbiamo tirato fuori tutto. Mi accontento di questo pareggio per come è venuto. Siamo a tre punti dall’Europa e contro le pretendenti non abbiamo mai perso. Dobbiamo giocare ancora con le ultime otto e ce la giocheremo fino alla fine. Non è stata una grande prestazione come altre anche perché non si può giocare sempre bene e vincere. Se avessi giocato io non avrei avuto la forza di pareggiare questa gara come hanno fatto i miei ragazzi. Onore a loro”.