Marchetti: “Siamo grandi e lo stiamo dimostrando. Mi rende felice essere in forma e smentire chi mi voleva fuori”

Federico Marchetti è stato provvidenziale su un tiro nei minuti iniziali da parte di Defrel respinto senza problemi. A fine partita il portiere biancoceleste è intervenuto in zona mista: “Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile e che un episodio avrebbe fatto la differenza. Siamo stati bravi a viverla con quella mentalità. La squadra sta dimostrando di essere unita e di voler portare a casa a tutti i costi il risultato. Ci diamo una mano tutti insieme e questa è una qualità necessaria. Le parate? Non penso che due partite storte possano dare sentenze per un giocatore che in questi anni ha dato tanto, facendo cose buone e dimostrando personalità. Sono rimasto sempre tranquillo, il campionato è lungo e voglio dimostrare di essere ancora un portiere importante. Le voci di mercato? Sono cose che dite voi, danno fastido certi commenti o giudizi secondo cui sarei un portiere arrivato. Non so se serva una vittoria importante o meno per dimostrare chi siamo. Ovvio che vincere contro una big ci può dare una consapevolezza migliore”.

Infine su Hoedt e Wallace: “Wesley è cresciuto molto, ha qualità ed è giovane e non è una sopresa. Anche Wallace è cresciuto molto e sta perfezionando la lingua. Si completano a vicenda, sono stati bravi a non far rimpiangere de Vrij. Peruzzi? Lo conosco dal 2009 in Nazionale. Ha un carisma straordinario, un uomo di calcio che sa farti rimanere con i piedi per terra. Dopo ogni vittoria sa mantenere alti gli stimoli. Questa squadra ha qualità per far bene e far tornare i tifosi allo stadio. Ora dobbiamo vivere partita dopo partita nel tentativo di fare sempre meglio”.