Connect with us
test2

highlights

Lazio Primavera – Crotone: Super Bertini 6-2 (VIDEO)

Published

on

Seconda vittoria consecutiva e punteggio pieno in classifica per la Lazio Primavera che esordisce al Fersini con un secco 6-2 ai danni del Crotone. I ragazzi di Calori vengono trascinati da un super Bertini che sigla la sua prima tripletta stagionale con l’aquila sul petto. La giovane aquila apre lui le danze su rigore al 16 minuto mentre Crespi sigla il raddoppio dopo soli 4 minuti di gioco. Nel finale della prima frazione, i padroni di casa si fanno recuperare con Rojas con un tiro a giro imparabile al 39′ e il rigore del 2-2 per fallo di mano al 44′.

Il secondo tempo è ancora Bertini show che sigla il terzo gol al 60′. Troise mette in rete la quarta rete per la Lazio mentre all’83’ arriva la tripletta del protagonista del match. Chiude la mattanza Mancino all’88’ minuto di gioco.

LAZIO-CROTONE 6-2

Marcatori: 16′ rig., 60′, 83′ Bertini (L), 20′ Crespi (L), 39′, 44′ rig. Rojas (C), 71′ Troise (L), 88′ Mancino (L).

LAZIO (4-2-3-1): Furlanetto; Floriani Mussolini, Adeagbo, Ruggeri, Marinacci (28′ De Santis); Coulibaly (77′ Ferro), Bertini; Romero (61′ Tare), Ferrante (61′ Troise), Castigliani; Crespi (61′ Mancino).

A disp.: Moretti, Di Fusco, Pollini, Santovito, Adjaoudi, Mancino, Muhammad, Shehu.

All.: Alessandro Calori

CROTONE (4-3-3): Pasqua; Amansour (17′ Filosa), Spezzano, Tutyskinas, D’Aprile (50′ Brescia); D’Andrea, Mekic (61′ Giancotti), Timmoneri; Gozzo (61′ Cantisani), Maesano (50′ De Paola), Rojas.

A disp.: Lucano, Rossi, Prato, Chiarella.

All.: Francesco Lomonaco

Arbitro: Domenico Mirabella (sez. di Napoli)

Assistenti: Bahri – Piazzini

NOTE – Espulso: 49′ Spezzano (C)

Primavera 2 2021-2022 – 2ª giornata

Sabato 18 settembre 2021, ore 11:00

Campo ‘Mirko Fersini’, Formello

Le dichiarazioni Di Bertini

“Sono molto felice, in primis per la vittoria e poi per la tripletta. In carriera non mi è mai capitato di fare una tripletta e sono contentissimo. Eravamo partiti benissimo andando in vantaggio, ma poi abbiamo avuto un blackout e loro sono riusciti a pareggiare. Fortunatamente nel secondo tempo siamo riusciti a rimettere la gara in piedi andando nuovamente in vantaggio e infine la gara si è messa sui binari giusti e l’abbiamo portata a casa. Il gol su punizione avevo già in mente di farla passare bassa vicino il palo del portiere. Il terzo gol invece istinto puro, non ci ho pensato ed ho calciato. Con il Mister mi sono trovato bene fin da subito. In ritiro parlavamo spesso e siamo riusciti a creare un buon feeling. Con il resto della squadra siamo jun bel griuppo ci troviamo bene e siamo compatti. Capitano? È una bella responsabilità ed allo stesso tempo per me è un’emozione unica perché sono un punto di riferimento per la squadra e devo farmi trovare pronto. L’esperienza ad Auronzo è stata importantissima, ho rubato con gli occhi e ho imparato moltissimo. Ho l’obbiettivo insieme agli altri di portare la squadra in Primavera 1.  

I nuovi arrivati sono tutti molto bravi, ma se devo fare un nome è quello di Ruggeri e lui lo sa. Ce ne sono davvero tanti, così come Mancino, De Santis, Troise, Crespi sono tutti bravi ragazzi e bravi giocatori. L’obiettivo principale per me è portare la squadra nella massima serie, poi se dovesse capitare più spesso di fare gol non mi dispiacerebbe affatto. Per la prima tripletta non ho una dedica speciale, sicuramente lo dedico alla mia famiglia e alla squadra.  

Adesso mercoledì abbiamo il primo turno di Coppa Italia, che è una competizione importantissima e vogliamo fare bene. Punteremo a vincere per andare più avanti possibile. Dobbiamo recuperare al meglio le forze e serve recupero fisco e vita privata sana”.

Le Parole di Mister Calori

“Questa è stata una partita su più fasi: sul 2-0, abbiamo avuto le occasioni per chiuderla. Poi è arrivato il loro pareggio, ma i ragazzi sono stati bravi a ripartire. Quando si molla nel calcio, si paga, non bisogna abbassare la tensione. Il Crotone ha segnato nelle uniche due occasioni, nel primo tempo ho detto alla squadra che le partite vanno chiuse.

Bravi i ragazzi a riprendere in mano la situazione, non era facile. Abbiamo dominato la ripresa, anche grazie a chi è subentrato. Romero ci ha dato una mano, è un 2004 ma ha tanta qualità, mi è piaciuto il suo atteggiamento. Dobbiamo limitare al massimo gli errori, sono contento che la squadra abbia creato molto, questo deve essere una costante se vogliamo fare un campionato importante.

Oggi siamo stati bravi anche nell’approccio, leggendo la partita diversamente rispetto a Perugia. Oggi abbiamo mosso meglio la palla, un concetto sul quale lavoriamo ogni giorno. Si sta creando un gruppo con uno spirito importante. Marinacci? Ha avuto una distorsione alla caviglia, spero che non sia nulla di grave. Bertini? Deve solo completarsi, si applica, è un capitano anche fuori dal campo.

Ho tanti ragazzi seri, per questo faccio fatica a scegliere perché si allenano tutti bene, è questa la strada per diventare una grande squadra. Vorrei accompagnarli a fare il meglio di loro stessi. Sono felice di questo inizio di stagione, con le due vittorie iniziali. Ora resettiamo tutto e continuiamo così, pensando a gara dopo gara”.

Leggi anche:   Lazio-Inter, parla Patric: "Sappiamo chi siamo, ora serve la Mentalità"
Seguici su Facebook!
Continue Reading
Advertisement

highlights

Bologna-Lazio 3-0: biancocelesti succubi del pressing di Sinisa. Rosso Acerbi

Published

on

Bologna-Lazio termina con i padroni di casa che rifilano 3 gol alla squadra di Maurizio Sarri. I biancocelesti sono rimasti forse a Formello e non sono mai atterrati a Bologna vista la doppia faccia che ha mostrato nel giro di una settimana. Il problema rimane lo stesso e pian piano gli allenatori della Serie A hanno capito che la squadra capitolina non riesce a pensare e creare gioco se li pressi nella propria metà campo.

Non parliamo solamente di merito da parte dei rossoblù con Sinisa Mihajlovic che ha preparato la partita perfetta, ma parliamo anche di un forte demerito biancoceleste che ha mostrato ancora una vola errori madornali in fase difensiva e lentezza del gioco. Anche se andiamo ad analizzare tutto il match non si riesce a trovare una nota positiva da parte dei biancocelesti. Dopo 14 minuti Barrow rifila un euro gol a Reina con Luiz Felipe che lascia almeno 1 metro e mezzo all’attaccante di casa ed un Pepe Reina che rimane fermo ad osservare il preciso tiro a giro sotto gli incroci. Portiere che non ha nemmeno provato a tuffarsi. Dopo 3 minuti raddoppio di Theate su calcio d’angolo con un ORRORE difensivo con Reina fuori dai pali ( spaesato ) e un Hisaj distratto in copertura ( forse pensava che la prendesse proprio Reina). Il terzo gol arriva con un potente tiro dal limite di Hickey, protagonista ancora Reina che si fa sfuggire il pallone sotto l’ascella.

Al 76′ minuto espulso Acerbi per doppio giallo, entrambi per proteste ed una frase di troppo nello stesso istante. Il difensore biancoceleste subisce fallo, Massa non fischia, prima la protesta vistosa che ha portato al primo cartellino e, una volta visto il giallo, il difensore biancoceleste si lascia sfuggire una parola di troppo che gli costa il secondo giallo con espulsione che gli costa il match contro l’Inter di Simone Inzaghi.

BOLOGNA-LAZIO 3-0

Marcatori: 14′ Barrow (B), 17′ Theate (B), 68′ Hickey (B)

BOLOGNA (3-4-3):  Skorupski; Medel, Soumaoro,  Teate; De Silvestri, Dominguez, Svanberg, Hickey (87′ Bonifazi); Soriano, Arnautovic (85′ Santander),  Barrow (88′ Vignato).

A disp.:  Bardi, Bagnolini, Binks, Orsolini, Sansone, Skov Olsen, Mbaye, Van Hooijdonk, Cangiano.

All.: Sinisa Mihajlovic

LAZIO (4-3-3):  Reina; Marusic, Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj (58′ Lazzari); Milinkovic (58′ Base), Leiva (71′ Cataldi), Luis Alberto (71′ Akpa Akpro); Pedro, Muriqi (77′ Patric), Felipe Anderson.

Leggi anche:   Champions League, Zenit S. Pietroburgo - Juventus (diretta esclusiva Amazon Prime Video)

A disp.:  Strakosha, Adamonis, Radu, Escalante, Andrè Anderson, Raul Moro, Romero.

All.: Maurizio Sarri

Arbitro: Davide Massa (sez. di Imperia)

Assistenti: Niccolò Pagliardini – Marco Scatragli

IV uomo: Lorenzo Maggioni

VAR: Fabio Maresca

AVAR: Marco Bresmes

NOTE: Ammoniti: 52′ Milinkovic (S), 52′ Soumaoro (S), 66′ Pedro (S), 75′ Lazzari (S), 76′ Acerbi (S), 90’+1′ Luiz Felipe (S), 90’+3′ De Silvestri (B). Espulso: 76′ Acerbi (L)

Recupero: 1′ pt, 4′ st

Serie A TIM 2021-2022 | 7ª giornata

Domenica 3 ottobre 2021, ore 12:30

Stadio Renato Dall’Ara, Bologna

Seguici su Facebook!
Continue Reading

highlights

Lazio-Roma 3-2 ( Video Sintesi )

Published

on

LAZIO-ROMA 3-2

Marcatori: 10′ Milinkovic (S), 19′ Pedro (S), 41′ Ibanez (D), 63′ F. Anderson (S), 68′ rig. Veretout (R)

LAZIO (4-3-3):  Reina; Marusic, L. Felipe, Acerbi, Hysaj; Milinkovic, Leiva (61′ Cataldi), L. Alberto (66′ Akpa Akpro); F. Anderson, Immobile (89′ Muriqi), Pedro

A disp.:  Strakosha, Adamonis, Patric, Radu, Lazzari, Escalante, Basic, Romero, Moro.

All.: Maurizio Sarri

ROMA (4-2-3-1): Rui Patricio; Karsdorp (82′ Zalewski), Mancini, Ibanez, Vina (82′ Smalling); Veretout, Cristante; Zaniolo (77′ Perez), Mkhitaryan, El Shaarawy (64′ Shomurodov); Abramo.

A disp.:  Boer, Fuzato, Kumbulla, Calafiori, Diawara, Bove, Darboe, Mayoral.

All.: José Mourinho

Arbitro: Marco Guida (sez. Torre Annunziata)

Assistenti: Meli – Peretti

IV ufficiale: Di Bello

VAR: Irrati

AVAR: Longo

NOTE: Ammoniti: 10′ Rui Patricio (D), 25′ Leiva (S), 45’+1′ Cristante (R), 48′ Vina (R), 87′ Cataldi (S), 87′ Veretout (R)

Recupero: 1′ pt, 5′ st

Serie A TIM 2021-2022 | 6ª giornata

Domenica 26 settembre 2021, ore 18:00

Stadio Olimpico, Roma

Leggi anche:   Lazio-Inter, parla Patric: "Sappiamo chi siamo, ora serve la Mentalità"
Seguici su Facebook!
Continue Reading

highlights

Lazio Cagliari 2-2: cronaca e tabellino del match! (VIDEO)

Published

on

Solo un pareggio per la Lazio nel match casalingo contro il Cagliari, dopo le due sconfitte rimediate contro Milan e Galatasaray. I laziali aspettavano sicuramente una risposta dalla squadra che anche oggi non ha convinto.

La cronaca del match

Primo tempo

Il match entra nel vivo al terzo di gioco quando Luis Alberto viene servito in area da uno splendido filtrante di milinkovic ma la conclusione dello spagnolo viene sporcata da un difensore del cagliari.

Al 15’ Hisay perde palla sull’out di destra e Nandez serve a Keita un rasoterra che attraversa l area di rigore , Lazzari salva il risultato respingendo il tiro del 9 rossoblu.

Al 21’ chance per Nandez che riceve sul secondo palo un cross morbido ma tutto solo spara alto di testa.

Al 22’ Ceppitelli è bravo ad intercettare un cross insidioso di Lazzari che stava attraversando l’area piccola.

Al 41’ Milinkovic recupera palla al limite dell’area rossoblu e calcia di controbalzo col mancino, conclusione forte ma alta.

Al 45’ vantaggio della Lazio, Milinkovic fa partire dalla fascia destra un cross che Immobile spedisce in rete di testa.

Secondo tempo

Pronti, partenza e via e al 46’ il Cagliari trova subito il pareggio, Joao Pedro triangola con Marin, quest ultimo lo serve dentro l’area con una pallonetto morbido che l’attaccante brasiliano appoggia in rete di testa scavalcando Reina.

Al 54’ Luis Alberto serve in profondità Immobile che entra in area ma calcia a lato da posizione defilata. 

Al 55’ Pedro converge sul mancino e calcia, Cragno non controlla il pallone e Immobile si avventa sulla respinta colpendo il portiere sardo, subito dopo arriva Felipe Anderson che ostacolato da Caceres calcia sull’esterno della rete.

Al 58’ Nandez intercetta un pallone nell’area laziale, calcia, ma Acerbi in scivolata riesce a deviare la sfera sul palo. 

Al 61’ Reina respinge un bel tiro dalla distanza di Lykogiannis.

Al 63’ il Cagliari passa in vantaggio, Joao Pedro supera Luiz Felipe in velocità e serve un diagonale dentro l’area che Keita spedisce in rete.

Al 67’ Milinkovic svetta di testa su calcio d’angolo ma cragno blocca il colpo di testa centrale.

Al 73’ Luis Alberto calcia dal limite sugli sviluppi di un calcio d’angolo ma trova una grande risposta di Cragno.

Leggi anche:   Lazio-Inter, parla Patric: "Sappiamo chi siamo, ora serve la Mentalità"

al 75’ Luis Alberto serve nuovamente in profondità Immobile che calcia ma Cragno devia sulla traversa.

al 83’ la Lazio trova il pari, dopo due respinte della difesa del Cagliari la palla finisce tra i piedi di Cataldi che con un diagonale potente dal limite spedisce la palla sotto l’inrocio.

al 93’ Zaccagni mette un cross morbido sul secondo palo per Milinkovic ma il serbo non riesce a dare forza al colpo di testa e Cragno blocca. Pochi secondi dopo Zappa abbatte Zaccagni che si involava sulla fascia, doppio giallo per lui.

Il tabellino del match

LAZIO-CAGLIARI 2-2

Marcatori: 45′ Immobile (L), 46′ Joao Pedro (C), 62′ Keita (C), 83′ Cataldi (L)

LAZIO (4-3-3): Reina; Lazzari (75′ Marusic), Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Milinkovic, Leiva (65′ Cataldi), Luis Alberto (88′ Akpa Akpro); Pedro (65′ Zaccagni), Immobile, Felipe Anderson (88′ Moro).

A disp.: Strakosha, Adamonis, Patric, Radu, Marusic, Escalante, Basic, Muriqi.

All.: Giovanni Martusciello

CAGLIARI (4-4-2): Cragno; Caceres (56′ Zappa), Ceppitelli, Carboni, Lykogiannis (74′ Bellanova); Nandez, Marin, Deiola, Dalbert (56′ Walukiewicz); Joao Pedro (88′ Pavoletti), Keita (74′ Pereiro).

A disp.: Aresti, Radunovic, Altare, Grassi, Oliva, Farias, Pavoletti.

All.: Walter Mazzarri

Arbitro: Davide Ghersini (sez. di Genova)

Assistenti: Bresmes – Lo Cicero

IV uomo: Meraviglia

V.A.R.: Banti

A.V.A.R.: Costanzo

NOTE: Ammoniti: 6′ Caceres (C), 42′ Luiz Felipe (L), 61′ Zappa (C), 83′ Mazzarri (C)

Espulso: 90+4′ Zappa (C)

Recupero: 2′ pt, 5′ st

Serie A 2021-2022 | 4ª giornata

Domenica 19 settembre 2021, ore 18:00

Stadio Olimpico, Roma

Seguici su Facebook!
Continue Reading
Advertisement
Advertisement

Amazon Affiliation

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Lazio da aMare

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design