fbpx

Lazio-Napoli, una difesa da rifare

Lazio-Napoli 1-4, la difesa fa crack

La Lazio esce sconfitta e zoppicante dall’Olimpico di Roma. La stessa formazione che ha inginocchiato la Juventus ed il Milan non ha sorpreso un Napoli che ha cavalcato l’onda che si è abbattuta come uno tsunami sulla difesa biancoceleste. Già dopo pochi minuti Bastos è costretto a lasciare il campo per l’infortunio facendo entrare Marusic. (parliamo del 25esimo minuto di gioco). Al 29 esimo minuto De Vrij sigla il primo gol della serata servito dall’assist di Immobile dopo un bellissimo drbling del solito Immobile.  All’inizio del secondo tempo però l’olandese non scende in campo, la Lazio comunica che verrà sostituito da Murgia per un risentimento muscolare. Ottavo minuto, 11esimo minuto e 15esimo minuto il Napoli mitraglia la Lazio con Koulibaly, Callejon e Mertens. La Lazio è costretta a giocare con una difesa a 3 con due terzini ed un centrocampista (leiva)  ma al 28esimo minuto del secondo tempo si rompe anche Basta con uno stiramento muscolare che lascia la Lazio in 10 uomini. Nei minuti di recupero Parolo inciampa in area procurando il rigore che porta Jorginho a siglare la quarta rete dei partenopei.

Una Lazio che comunque ha messo in difficoltà il suo avversario dall’inizio del match fino ai primi infortuni, dove la squadra di Sarri non ha esitato ad affondare il colpo. Una rosa messa ora alle strette dai tanti infortuni che si sono concentrati in un solo reparto,reparto fondamentale che deve reggere più partite in un lasso di tempo ristretto.

Nella lista spunta Luis Felipe ma potrebbero rientrare nelle convocazioni anche Mauricio e Diakite, sempre non Inzaghi non vada a pescare nella primavera biancoceleste.

Per ora il reparto difensivo infortunato sarebbe composto da: Wallace, Basta, Bastos e de Vrij