Lazio, ascolta Siviglia: “Puntare su Klose. Hoedt ottimo prospetto. Lazio fortunata, in Europa giocano offensivo”

Giovedi la partita di Europa League contro lo Sparta Praga vuol dire continuare a dare un briciolo di senso a questa stagione a dir poco deludente. Tramite il portale LazioPress, l’ex capitano e difensore della Lazio, Sebastiano Siviglia, ha voluto analizzare la partita e dare consigli. Ecco le sue parole.

Come si affrontano partite delicatissime come quella di giovedì?

“Senza alcun dubbio sappiamo che la Lazio in campionato ha faticato ad avere continuità, mentre in Europa League si sta esprimendo meglio poiché è l’unica competizione che, almeno in questa stagione, potrebbe regalare qualche soddisfazione. Passare il turno darebbe un’ottima opportunità a tutta la squadra di cambiare il volto di questa annata e bisogna affrontarla con grande determinazione. Bisognerà giocare una partita simile a quella dell’andata, limitando le azioni dello Sparta Praga e, come nel secondo tempo, impostare tante azioni d’attacco. I biancocelesti hanno avuto la fortuna di incontrare i cechi che a differenza delle altre squadre, come il Tottenham per esempio, sono di un livello inferiore. La Lazio dovrà aggredire gli avversari sin dal primo minuto”.

In questo tipo di partite su chi deve puntare maggiormente Pioli?

Leggi anche:   L'appello di Djibril Cissé: " Voglio chiudere a 100 gol in Francia". Il francese cerca una squadra

“Credo che dopo la doppietta contro l’Atalanta Klose sia il giocatore giusto su cui puntare. Il tedesco, bomber qual è, avrà sicuramente voglia di continuare a segnare dopo essersi sbloccato. Parliamo di un grandissimo giocatore, è una garanzia e lo ha dimostrato tantissime volte. Quest’anno ha fatto un po’ fatica sotto l’aspetto della finalizzazione, ma è il classico giocatore che può risultare determinante in questo tipo di partite. Da non sottovalutare anche i giovani come Keita e Milinkovic. Anche le loro giocate potrebbero risultare decisive ai fini del risultato. Il primo l’ho visto sempre molto bene ogni volta che è entrato in campo a partita in corso, mentre il secondo, oltre ad essere molto forte tecnicamente, potrebbe contribuire in modo importante sulle palle aree. Sono due armi che senza dubbio Pioli prenderà in seria considerazione”.

Come mai questa differenza di prestazioni tra il campionato e l’Europa League?

Leggi anche:   E' morto Gigi Simoni

“Penso che la cosa sia legata ad un discorso tattico. In Italia le squadre fondamentalmente tendono a giocare un calcio molto difensivo, mentre in Europa incontri squadre che si giocano la partita a viso aperto. La fortuna della Lazio è stata quella di aver affrontato in Europa League tutte squadre che, in un modo o nell’altro, hanno sempre praticato un calcio offensivo”.

Cosa pensi sul difensore olandese della Lazio, Wesley Hoedt?

Leggi anche:   Tutti negativi i nostri ragazzi

“Sta crescendo tantissimo, partita dopo partita. Sta prendendo più confidenza con l’ambiente e con i suoi compagni. E’ un giocatore dotato di una grandissima struttura fisica e, nonostante ciò, possiede una buona tecnica ed è anche piuttosto dinamico. Son convinto che continuerà a far bene. Ha dato una sterzata decisa dopo le prime partite titubanti giocate con i biancocelesti. Giocatore giovane ma anche di grande prospettiva”.