La Lazio vince ma soffre: 3-2 al Saint Etienne che chiude in 9!

La Lazio soffre nonostante il doppio vantaggio di uomini (espulsi Beric e Sall per i francesi) ma batte il Saint Etienne 3-2. La vittoria del Dnipro contro il Rosenborg fa sì che i biancocelesti e gli ucraini siano in testa a 4 punti nel Girone G.

during the UEFA Europa League match between SS Lazio and AS Saint-Etienne at Olimpico Stadium on October 1, 2015 in Rome, Italy.

PRIMO TEMPO: La partita inizia male e al sesto minuto il Saint-Etienne passa in vantaggio, sugli sviluppi di un corner, errore difensivo dei laziali e Sall, ne approfitta e segna. Ma la Lazio non ci sta e reagisce subito. Biglia su punizione mette un cross al bacio per Hoedt ma Ruffier fa un vero e proprio miracolo, fermando la palla proprio sulla linea. Il ritmo di gioco è bellissimo e ne guadagna lo spettacolo. Al 14′ sugli sviluppi di un altro corner altra disattenzione biancoceleste e Roux colpisce la traversa con un colpo di testa. Ma ancora una volta la Lazio non ci sta e al 23’ trova il pareggio. Bella azione di Felipe Anderson sulla destra, passaggio per Mauri in area che prova un tacco facendo un velo involontario per Onazi che tira dal centro dell’area e infila Ruffier. Otto minuti più tardi la svolta: Beric rimedia un cartellino rosso diretto per una gomitata sul naso a Mauricio. Ma i replay sembrano far capire il grande abbaglio dell’arbitro visto che il centravanti non ha colpito volontariamente il centrale brasiliano. Sul finire del primo tempo Mauri sfiora il vantaggio per la banda di Pioli.
LAPR0737-kifH-U130341934248NhE-620x349@Gazzetta-Web_articolo (1)SECONDO TEMPO: Nel secondo tempo Pioli sostituisce Mauricio con Gentiletti, con il brasiliano che ha rimediato una frattura scomposta dell’osso nasale. La Lazio attacca a testa bassa alla ricerca del vantaggio e ancora una volta è da una palla inattiva che nasce il goal: Biglia calcia la punizione in mezzo all’area e Ruffier in uscita travolge Sall, il pallone arriva a Hoedt che di esterno sinistro segna il goal del 2-1. Pioli butta nella mischia Matri per Mauri troppo spaesato lì davanti e spesso in fuorigioco. Galtier risponde con Bahebeck e Diomande. Il Saint Etienne nonostante l’inferiorità numerica si rende spesso pericolosa. Pioli in panchina non è contento e decide di cambiare: fuori Onazi per Cataldi. Al 76′ Sall fa ostruzionismo su Anderson e l’arbitro fischia il fallo in favore della Lazio, con conseguente doppio giallo e cartellino rosso per il giocatore francese. Il Saint Etienne rimane in nove. A dieci minuti dal termine Biglia sfrutta alla grande un cross di Keita, è fissa il punteggio sul 3-1. Ma non è finita. La Lazio sembra staccare la spina, forse convinta di aver già vinto e il Saint Etienne rientra pericolosamente in gara, Basta viene superato da Monnet-Paquet, che sorprende Berisha con un pallonetto: è 3-2. La Lazio si spaventa e fa girare la palla nei minuti che restano.
Dopo 3 minuti di recupero la partita finisce. Il risultato finale è 3-2 per la Lazio, ma Pioli si farà sicuramente sentire per come la squadra ha amministrato il doppio vantaggio sia sul piano dei giocatori che sui goal.

TABELLINO:
LAZIO (4-2-3-1): Berisha; Basta, Mauricio (46′ Gentiletti), Hoedt, Radu; Onazi (74′ Cataldi), Biglia; Anderson, Milinkovic-Savic, Keita; Mauri (63′ Matri).

A disp: Marchetti, Konko, Kishna, Morrison.

All. Pioli
SAINT-ETIENNE (4-2-3-1): Ruffier; Clerc, Bayal Sall, Perrin, Polomat; Pajot, Lemoine; Roux (75′ Monnet-Paquet), Corgnet (63′ Diomandé), Hamouma (63′ Bahebeck); Beric.

A disp: Maissonnial, Moulin, Polomat, Malcuit, Eysseric, Maupay.

All. Galtier

ARBITRO: Özkahya (TUR). ASS.: Yilmaz-Kan. IV: Satman. ADD.: Özkalfa-Palabıyık.

NOTE:
MARCATORI: Bayal Sall (S), Onazi (L), Hoedt (L), Biglia (L)
ESPULSI: Beric (S), Bayal Sall (S)
AMMONITO: Onazi (L)