fbpx

Joseph Minala ringrazia la società. Il ritorno in biancoazzurro

Joseph Minala ritrova il campo con la Lazio dopo un lungo calvario

Joseph Minala è approdato in biancoceleste quando ancora non aveva raggiunto la maggiore età. Il giocatore non ha mai trovato il campo ma solamente critiche ed un periodo nero tanto che fu aperto un fascicolo ufficiale su di lui.

L’aspetto fisico non sembrava essere quello di un ragazzino anzi, alcuni addetti ai lavori fuori dalla Lazio hanno accusato il giocatore di aver falsato la carta d’identità.

Un colpo al cuore ma soprattutto nella testa di Joseph che viene citato dai giornali per questa situazione e non per le doti calcistiche.

Per lui inizia un lungo periodo di prestiti tra serie B e C tra Bari e Salernitana tanto che in quest’ultima segnò il gol decisivo nel derby quasi allo scadere. Poche però sono state le presenze in campo e altrettante sono state le reti.

Con il rientro di quest’anno, la Lazio non è riuscita a trovargli una sistemazione in quanto non rientra nei piani di Inzaghi. Il regolamento parla che nella primavera si possono mandare 5 esuberi e così è stato tanto che ha ritrovato il campo con la rosa di Menichini.

Queste le parole rilasciate ai microfoni biancocelesti:

“Contro il Pescara abbiamo giocato bene, era importante dare continuità dopo il successo di Reggio Emilia. Questo è un successo che ci regala fiducia. Ringrazio la Società per avermi dato l’opportunità di giocare con la Primavera e non rimanere fermo in attesa del mercato, ringrazio anche il gruppo per avermi accolto bene. Possiamo fare un bel campionato, c’è una grande squadra che ora può lavorare con serenità dopo queste due vittorie. Menichini è sicuramente il valore aggiunto di questa squadra, la sua esperienza potrà creare benefici importanti“.