Inzaghi: “Ho un gruppo fantastico! Vogliamo continuare a sognare.”

Altra importantissima conferma avuta stasera da Simone Inzaghi, che con il tridente delle meraviglie, riesce a portare a casa 3 punti fondamentali per la corsa Champions. Ecco le parole del mister biancoceleste, nel post-partita:               Ci ho creduto fino all’ultimo, abbiamo visto un’ottima Lazio. Sappiamo che le partite vanno chiuse. Il Torino ha trovato gol su palla inattiva, poi siamo stati bravi a rimanere in partita. Per noi era una tappa fondamentale. Adesso rimangono 10 partite e dobbiamo giocarcele nel migliore dei modi. Keita? Penso che abbia fatto delle ottime gare anche dall’inizio, avendo tanti giocatori devo fare delle scelte. Ha avuto un problema a un piede, poi l’ho visto voglioso nel weekend. So che ho un grande gruppo, perché anche quando cambio i ragazzi mi danno delle ottime risposte. Dovremo cercare di ottenere la maggior parte di punti possibili perché nessuno aspetta. Però vedendo la squadra giocare così sono molto fiducioso. Obiettivo Champions? Io quello che ho ribadito ai ragazzi è che noi dobbiamo guardare partita dopo partite. Non siamo qui per caso, domenica abbiamo un’altra partita molto difficile contro il Cagliari. Poi la pausa e dopo tre partite in una settimana. Penso che abbiamo fatto benissimo a livello di gioco, di costruzione. Anche sulle fasce, sicuramente abbiamo peccato un po’ di imprecisione. Quello che più importante per un allenatore è la risposta di chi subentra. Il rinnovo? Adesso è un momento talmente intenso in campo che sono concentrato solo su quello. Tutti sanno che ho voluto questo posto con tutto il cuore. Sul futuro non credo che si siano problemi. Si sistemerà tutto, perché con il presidente e con il direttore sportivo c’è un gran rapporto“.

L’allenatore della Lazio ha parlato anche ai microfoni di Sky Sport: “Per noi era una partita importantissima. Dovevamo interpretarla nel modo giusto e abbiamo fatto un’ottima gara. Ci è mancato solo un pizzico di cattiveria, ma siamo stati bravi a riprenderla e vincere meritatamente. La classifica la guardiamo dalla prima giornata. Da 28 turni siamo tra il terzo e il sesto posto. Questo è il frutto del lavoro dei ragazzi che ci hanno seguito nel migliore dei modi dal primo giorno di ritiro. Mancano ora dieci partite e nessuno molla. Dobbiamo guardarci davanti e dietro. Keita? Avrebbe giocato dall’inizio, ma ha avuto un problema al piede e non si è allenato mercoledì e giovedì. Poi si è reso disponibile. Sarebbe entrato anche prima, se non fosse stato per i due cambi obbligati. Non potevo fare il terzo a mezz’ora dalla fine. Per noi è un valore aggiunto, sta facendo bene da subentrato. Nella mia gestione in 35 partite sarà stato in panchina solo 5-6 volte. Il permesso per Barcellona era concordato ed è tornato voglioso. Avremmo dovuto far gol il primo tempo, abbiamo costruito tante occasioni. Il Torino è una squadra forte e organizzata, però abbiamo vinto con merito. Immobile ha fatto 17 gol, Keita nonostante la Coppa D’Africa 8. Anche Felipe si sacrifica ed è molto duttile. Chi entra mi dà grande fiducia: tutti hanno lavorato benissimo. Vederli subentrare così è quello che mi fa guardare al futuro con ottimismo. Durante l’anno ho cercato di ottimizzare la rosa nel migliore dei modi. Wallace e Lukaku non hanno fatto rimpiangere de Vrij e Radu. Senza un gruppo non si ottengono questi risultati. Mancano tante gare importanti. A Cagliari non ci sarà Milinkovic, anche il suo sostituto sono certo che non lo farà rimpiangere. Mi piace riguardare le partite per vedere cosa non è andato. Milinkovic e Felipe li mandiamo tra le linee perché possono decidere la partita con una giocata”.

Il tecnico laziale così ai microfoni di Lazio Style Channel: “Un punto solo sarebbe stato un reato, possiamo dirlo. Maxi Lopez è stato bravo, ma bravi noi a cercare il gol vittoria ocn le nostre forze. Guardiamo al futuro con fiducia, sono contento dei giocatori subentrati. La prima mezz’ora abbiamo fatto benissimo, abbiamo sviluppato ottime azioni. Il Toro si è coperto bene sulle fasce, per noi è importante e meritato vincere. Gli infortunati penso di poterli recuperare al più presto, Biglia ha stretto i denti, ma vedere Lukaku e Wallace entrare così bene mi lascia molto fiducioso per il futuro. A livello di qualità di gioco abbiamo fatto meglio il primo tempo, abbiamo sviluppato ottime trame, l’unico neo è non aver fatto gol nel primo tempo. La vittoria della Lazio sia meritata. Con Mihajlovic ci siamo salutati, eravamo impegnati, ci siamo stretti in un abbraccio prima della gara, è stato un grande compagno di squadra ed è preparatissimo. Fa piacere rivedere tanti amici con cui hai passato tanti momenti importanti per la Lazio”.