Inzaghi: missione fallita! Ridateci Pioli!

Simone Inzaghi ha dimostrato tutte le sue lacune tecniche come allenatore della Lazio. Confusione tattica e testardaggine hanno portato a questo : 2 vittorie 1 pareggio e 2 sconfitte. La vittoria a Bergamo aveva già dimostrato che qualcosa non andava, l’ ottima prova di Lombardi poi lo ha portato a cosa? Alla panchina. Lulic che non è più quello di una volta, Inzaghi però continua a metterlo in quella zona dove, puntualmente sbaglia palloni facili. Il 3-5-2- non si sposa alla rosa della Lazio se gli undici in campo devono essere questi. Per carità ieri il goal di Bacca è stato il frutto di un errore di Parolo, già, Parolo che con il Pescara aveva dimostrato di essere stanco, visti anche gli impegni con la Nazionale e ci si chiede allora perchè non provare Leitner e far riposare il centrocampista azzurro. O mettere Murgia. Djordjevic  poi un corpo estraneo in questa Lazio, un “falso nueve” poichè, il numero 9 sopra la sua maglia sa di tarocco. Senza parlare di Strakosha, buon esordio e quindi è lecito chiedersi che senso ha avere Vargic. Senza contare il solito nodo: quando Biglia non c’è chi gioca al suo posto? Cataldi si impegna ma non può essere lui il sostituto del Principito. La confusione tattica di Inzaghi ieri ha fatto sobbalzare anche un certo Bergomi che il calcio lo mastica da tempo immemore. Il tecnico piacentino ha fallito anche nel riportare entusiasmo, un suo primo obbiettivo.Quindi cosa si potrebbe fare? Un esonero sembra lontano luce, io un Lotito che paga tre allenatori non ci credo neanche se lo vedo. La soluzione più credibile potrebbe essere un ritorno di Pioli. Già l’ allenatore emiliano che ha fallito le partite importantiè vero, ma siamo onesti, lui si che aveva portato entusiasmo, gioco e cattiveria agonistica. Era riuscito a far esplodere Anderson e monitorava alla grande Keita usandolo come arma letale. Sappiamo tutti che Pioli ha pagato dazio per Candreva ma adesso che il giocatore è stato ceduto, perchè non richiamare l’ emiliano sulla panchina? Se si mettono a confronto le prime 5 giornate dei due tecnici si evince che il primo anno Pioli aveva totalizzato 6 punti ma con il Milan e l’ Udinese aveva fatto la Lazio da padrone senza dimenticare la trasferta di Genova anch’essa condita da una bella prestazione. Sconfitte arrivate ingiustamente che però aveva fatto capire che da li a poco la Lazio avrebbe fatto un super campionato. Lo scorso anno invece dopo 5 partite Pioli aveva portato 9 punti in cascina su 15, certo le figuracce con Chievo e Napoli sono peggio del risultato di ieri, ma va detto che nonostante l’ Europa la Lazio riusciva a vincere. Inzaghi invece senza Europa,  non ha dato un’ idea di gioco nonostante possa preparare al meglio le partite. Siamo all’ inizio è vero ma bisogna invertire subito la rotta altrimenti sarà l’ ennesima  stagione anonima. Una parola anche su Bielsa, lui si che aveva già capito tutto… Onore a lui! Che forse tanto Loco non è.

Leggi anche:   Serie A Tim: Skriniar tifa Lazio questa sera