Connect with us

News

Gervasoni non è attendibile e non ci sono prove contro Mauri!

Published

on

MAURI
“Gervasoni non è attendibile e questo è provato. L’accusa non ha fornito nessuna prova, se non le testimonianze rese dal sig. Carlo Gervasoni, che risultano contraddittorie e inattendibili, non trovando mai e in nessun caso riscontro né convergenza con le dichiarazioni rese da tutti gli altri testimoni. Tanto più che in altri procedimenti è stata verificata la manifesta inattendibilità di Gervasoni. Inoltre, Gervasoni non riferisce mai circostanze dallo stesso direttamente constatate, ma sempre ed esclusivamente fatti riferiti da altri soggetti, che, a loro volta, riferiscono di dichiarazioni apprese da terzi. Con questi presupposti non ci sono le condizioni della ‘ragionevole certezza’ necessaria per condannare un tesserato”
.

E’ finito così il processo di primo grado davanti alla Disciplinare, con i giudici che si sono riuniti in camera di consiglio e che renderanno noto il loro verdetto tra martedì e mercoledì della prossima settimana. Dopo la dura, durissima arringa degli avvocati difensori di Stefano mauri, che dividendosi i compiti hanno messo in luce tutte le falle del castello accusatorio, le incongruenze della ricostruzione fatta da Palazzi, le contraddizioni di Gervasoni e l’assoluta assenza di prove a carico del capitano della Lazio, si è sfiorata quasi la rissa. Quando Stefano Palazzi nella sua goffa controreplica ha cercato di smontare le prove fornite dagli avvocati di Mauri sostenendo che prima di essere arrestato (a dire il vero si è consegnato spontaneamente) il giocatore ha “mentito all’ufficio inchieste sui suoi rapporti con Aureli”, i legali di Stefano Mauri hanno reagito in modo veemente e c’è voluta tutta l’esperienza del giudice Artico per riportare la calma ed evitare il peggio. Quello che resta alla fine di questa due giorni processuale, è la sensazione di aver assistito ad uno spettacolo forzato, portato in scena da Palazzi quasi a forza, per dovere contrattuale, pressato sia dalla Federcalcio che da una parte dell’opinione pubblica che non gli avrebbero mai perdonato un’archiviazione. Ma per fare un processo vero, per sostenere richieste come quelle avanzate ieri da Palazzi, non bastano le chiacchiere di Gervasoni o i teoremi, servono le prove. E per difendere il castello accusatorio smontato pezzo per pezzo dagli avvocati di Mauri, Palazzi non può sostenere come ha fatto oggi che:

“Il fatto che non ci sia mai stato un contatto diretto tra Mauri e gli organizzatori delle combine non prova molto”. “Il fatto che Gervasoni sia stato considerato inattendibile da altri tribunali non deve costituire un precedente in questo dibattimento”. “Il tragitto da Formello a Ponte Milvio, se fatto in Porsche, potrebbe essere abbreviato quindi si può fare anche in 12 minuti contro i 55 dichiarati dalle mappe”.

Insomma, credetemi e basta, perché io sono l’accusa e se dico che un test è attendibile e che un calciatore è colpevole è per forza di cose così. Roba da Medioevo, roba da far invidia ai tribunali della santa Inquisizione. E i metodi usati da Palazzi sono gli stessi: la promessa di grazia o di fortissimi sconti a chi confessa i propri peccati e a chi denuncia gli altrui comportamenti illeciti, il pugno di ferro contro chi si proclama innocente.

E questo è successo in questi due giorni a Roma. L’accusa ha parlato di sms e telefonate in cui si concordavano gli illeciti, ma non ha fornito una sola prova che il contenuto di quegli sms e di quelle telefonate fosse in realtà illecito. Non un’intercettazione, non una trascrizione. Non esiste una sola prova che Mauri abbia scommesso su Lazio-Genoa e su Lecce-Lazio, ma ci sono prove documentate che in quei giorni abbia scommesso sia sul tennis che su incontri della Nba, usando la scheda telefonica intestata a Samantha Romano e fornita da Aureli a Mauri per fare le giocate tramite la sua agenzia Goldbet. Con prove depositate oggi dai legali del giocatore e con orari delle giocate registrate che corrispondono alla perfezione con quelli delle telefonate. Aureli viene indicato da Palazzi come colui che fa da collegamento tra Mauri, Zamperini e gli zingari, ma dal flusso delle giocate dell’agenzia di proprietà di Aureli non si evidenzia nessuna anomalia in merito alle partite contestate. Non c’è una sola prova che Mauri abbia mai conosciuto o incontrato Ilievski. Gegic ha sempre negato di aver conosciuto Mauri e il coinvolgimento del giocatore in qualunque illecito. Zamparini nega di aver concordato o anche solo proposto illeciti a Mauri.

Leggi anche:   Striscioni Laziali, tra sfottò e amore verso la Lazio

Per questo motivi, uno degli avvocati di Mauri, Amilcare Buceti, durante la sua arringa si è rivolto con toni duri a Stefano Palazzi.

“Lei ha chiesto tre deferimenti per irrobustire un impianto accusatorio fragile. Lei dice che Ileviesk stava a Formello perché il suo cellulare aggancia quella cella, ma nessuno ha visto Mauri insieme ad Ilievski. Non esiste un solo elemento rilevante che possa ritenere questo evento credibile. Oggi ci vengono contestati illeciti disciplinari, ma o Mauri sta dentro questa associazione o non esiste nulla. In tutto l’atto di deferimento non c’è un solo accenno che fa riferimento alla modalità attraverso la quale abbia concepito una giostra che alla fine finisce con sei gol. Non si capisce proprio il come. Ho preteso ed ottenuto la convocazione dei giocatori che sotto giuramento hanno testimoniato. Sono venuti e le domande sono agli atti e non c’è nessuna esitazione, alcuni di loro erano addirittura stupiti e nessuno capiva e capisce in che contesto si sia consumato il fatto contestato”.

Gli avvocati di Mauri sono stati gli assoluti protagonisti di questa giornata, relegando in seconda fila l’avvocato Gentile. Sì, perché in effetti il legale della Lazio può poco o nulla, perché tutto si regge sulla colpevolezza o sull’innocenza di Mauri. Se i giudici stabiliscono che Mauri è colpevole, la penalizzazione della Lazio è scontata e visti i precedenti difficilmente supererà i 3 punti. Ma se Mauri viene considerato innocente, il discorso è chiuso. Ed è proprio sui precedenti che si regge molto se non tutto. Per Calciopoli, con la Lazio chiamata a rispondere di responsabilità diretta del presidente e con tanto di intercettazioni tra Lotito e Carraro,  alla fine di quella giostra la Lazio passò dalla retrocessione in B con penalizzazione chiesta da Palazzi a 3 soli punti di penalizzazione. Qui la responsabilità è al massimo oggettiva e non ci sono né prove né intercettazioni a sorreggere il castello accusatorio di Palazzi. E se lo stesso Palazzi non considerò rilevante questo tipo di intercettazione tra Pradè e Mazzini (http://www.youtube.com/watch?v=f57vmaPSWHE) nel 2006. tanto è vero che la Roma non fu neanche sfiorata dall’inchiesta, ci dovrebbe spiegare ora Palazzi con quali presupposti senza neanche una telefonata come questa possa pretendere la fine della carriera di Mauri e 6 punti di penalizzazione della Lazio.

Non stiamo qui a parlare dei sospetti di presunte simpatie giallorosse del procuratore federale, perché queste cose le lasciamo ai tifosi che hanno tutto il diritto di essere sospettosi, come lo sono quelli della Lazio che oggi con un giro di parole hanno invitato Palazzi a fare bene i CONTI con Mauri e la Lazio. Con chiaro riferimento all’interrogatorio di Bruno Conti per i contatti con Sartor (uno degli arrestati e dei condannati di questo scandalo scommesse), di cui si è venuto a sapere solo ora, leggendo alcuni atti. Interrogatorio svolto a fari spenti da Palazzi, al contrario dei riflettori accesi e delle telecamere che hanno fatto da contorno all’interrogatorio di Mauri, ma anche a quello di Brocchi, dipinto come un delinquente e un complice di Mauri ma poi uscito in silenzio da questa vicenda. Ci sono tante cose non chiare in questa vicenda, tante decisioni (come quella della mancata squalifica di Cannavaro e la cancellazione della penalizzazione del Napoli nonostante le prove della violazione del regolamento) che lasciano perplessi. Come dovrebbero far riflettere le sentenze del Tnas, che hanno cancellato qualcosa come 520 mesi di squalifica inflitti a giocatori, allenatori e dirigenti fatti condannare da Palazzi. A qualcuno è stato fatto uno sconto, altri sono stati completamente scagionati. A dimostrazione che i castelli accusatori erano fragili, a volte addirittura campati in aria.

Sarebbe quindi il caso di mettere fine a tutto questo, di usare due pesi e due misure, di cercare la condanna eclatante per giustificare in qualche modo uno stipendio o l’esistenza di quello che una volte era l’Ufficio Indagini e che ora è solo un ufficio apertura fascicoli, con Palazzi e i suoi 007 che poi girano per le procure d’Italia elemosinando qualche carta per istituire un processo, per mostrare a Malagò e al Coni che il calcio vuole fare pulizia, che il pugno di ferro annunciato da Abete è reale e non virtuale.

GIORGIO CERRI

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Calciomercato Lazio

Calciomercato Lazio 2022: la situazione delle cessioni, acquisti, trattative

Published

on

calciomercato lazio 2022

Il calciomercato della Lazio 2022 non è mai partito così in fretta in tutta l’era Lotito.

Complice il malumore iniziale di Maurizio Sarri per il mercato passato, gli esuberi e l’indice di liquidità, il presidente si è mosso in anticipo rispetto le scorse stagioni.

Stagioni dove il 90% dei giocatori arrivavano alla conclusione del ritiro di Auronzo di Cadore o allo scadere della finestra di mercato.

In questa sessione di mercato non ci è mai capitato di scrivere così tanto ma da una parte siamo contenti di farlo. Vuol dire che qualcosa si sta smuovendo ma notiamo anche molti giocatori che hanno lasciato la Capitale senza che la Lazio potesse fare cassa.

Vediamo come si sta muovendo la società biancoceleste

Tabellino calciomercato Lazio 2022

Acquisti

Cancellieri ( Hellas Verona ), Casale, Marcos Antonio (Shakhtar ), Gila, Zaccagni ( riscatto dal prestito della scorsa stagione ), Alessio Romagnoli, Maximiano ( Granada ), Mattias Vecino (svincolato Inter ), Provedel (Spezia) .

Cessioni

Vavro ( Copenaghen, riscattato dal prestito ), Reina ( rescissione consensuale del contratto ), Correa ( riscattato dall’Inter nel prestito della scorsa stagione ), Bobby Adekanye ( Go Ahead Eagles ), Lucas Leiva ( svincolato al Gremio ), Luiz Felipe ( Svincolato al Real Betis ), Strakosha ( Svincolato), Jordan Lukaku ( Svincolato ), Jorge Silva ( Svincolato ), Cristiano Lombardi ( Svincolato ), Casasola ( Perugia ), Muriqi ( Maiorca ), Jony ( Prestito al Gijon ), Cicerelli ( Reggina ), Alia (Monterosi ), Maistro ( Spal ), Falbo ( Monopoli ), Armini ( Potenza ), Mattia Novella ( prestito )

Trattative in uscita

Muriqi ( Marsiglia, Bruges ), Acerbi ( Milan, Juventus, Napoli, altro ), Maistro, Luis Alberto ( offerte dalla Spagna ), Sofian Kiyine ( Hellas Verona ), Tiago Casasola (Perugia ), Floriani Mussolini ( Pescara ), Raul Moro ( Hellas Verona ), Escalante (Cadice), Hysaj ( Valencia )

Trattative in entrata

Mertens , Maximiano ( Granada ), Carnesecchi ( Atalanta), Vicario ( Empoli ), Ilic ( Hellas Verona ), Provedel ( Spezia ), Sirigu ( Svincolato ), Marcelo ( Svincolato ), Emerson Palmieri ( Chelsea ), Valeri (Cremonese), Terracciano (Fiorentina), Silvestri (Udinese), Vecino ( svincolato Inter), Sportiello (Atalanta ), Udogie ( Udinese )

Leggi anche:   Striscioni Laziali, tra sfottò e amore verso la Lazio
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Biglietteria

Abbonamento ss Lazio 2022-2023, dati alla mano

Published

on

abbonamenti ss lazio

Abbonamento ss Lazio – La Lazio ha lanciato la campagna abbonamenti Avanti Insieme il 23 Giugno 2022 alle ore 10.00. In un primo momento i dati che arrivavano, sembravano buoni ma dopo pochi giorni la vendita dei tagliandi si è arenata. In un solo giorno infatti, il primo dato parlava di 2000 tessere staccate.

Quanti abbonamenti ha fatto la Lazio fino ad ora?

Aggiornamenti:

08/08/2022: oggi si chiude la campagna abbonamenti Avanti Insieme!

L’ultimo dato arrivato nelle scorse ore parla di un migliaio di abbonamenti venduti in più rispetto al dato precedente. 22100 abbonamenti venduti ( circa ) nelle ultime ore. La società spera di superare l’obiettivo dei 23.000 abbonati che sancirebbe il record di abbonati nell’era Lotito.

05/08/2022: Con l’avvicinamento della prima gara tra Lazio-Bologna, il dato che arriva anche sul Il Messaggero, è di 21200 abbonamenti venduti. Il record da battere è quello del 2013 quando gli abbonati biancocelesti erano 23173. Mancano 3 giorni alla chiusura della Campagna Abbonamenti.

04/08/2022: Secondo gli ultimi dati arrivati in redazione, gli abbonamenti della Lazio venduti sarebbero poco più di 20750

29/07/2022: Canigiani interviene ai microfoni ufficiali annunciando il suoeramento dei 20000 abbonamenti della Lazio venduti entro lunedi prossimo

26/07/2022: Abbonamenti ss Lazio. Raggiunta quota 18000 abbonamenti venduti, la Curva Nord registra il Tutto Esaurito (Qui L’aggiornamento)

Aggiornameto 25/07/2022: Divorati 17200 abbonamenti della Lazio con la Curva Nord e Distinti che potrebbero registrare il tutto esaurito ( Qui l’aggiornamento )

23/07/2022: Secondo al rassegna stampa di Radiosei, continua la vendita con un balzo giorno dopo giorno. Al momento sono stati venduti 16400 abbonamenti della ss Lazio

22/07/2022: La vendita libera fa registrare un record di 4000 abbonamenti venduti in un giorno e file online. Circa 16 mila abbonamenti venduti

19/07/2022: Come riporta La Repubblica sembrerebbe che la Lazio abbia venduto 10.000 abbonamenti raggiungendo il primo obiettivo prima della vendita libera.Aggiornamento 17/07/2022: Le parole di Marco Canigiani e i 9000 abbonamenti venduti

16/07/2022: Claudio Lotito si presenta ad Auronzo di Cadore e risponde ai tifosi che sono stati venduti solamente 8500 abbonamenti mettendo a paragone con quelli della As Roma.

15/07/2022: con l’arrivo di Romagnoli e altri giocatori chiesti da Maurizio Sarri, arriva una risposta dai tifosi. Per ora, nella finestra di sottoscrizione per i vecchi abbonati, è stata raggiunta quota 8200.

Primo dato arrivato dopo 18 giorni dall’apertura

L’ultimo aggiornamento di quanti abbonamenti ha fatto la Lazio risale a qualche giorno fa. dall’apertura della Campagna sono state vendute 5700 tessere. Un dato risalente a pochi giorni fa. La media parla che negli ultimi giorni la media dei nuovi abbonati stia sulle 400 unità al giorno.

Un dato che, a confronto con l’Olimpico pieno contro l’Hellas Verona nell’ultima giornata, lascia pensare che il tifoso biancoceleste vuole vedere come andrà il calciomercato della Lazio per poi valutare se Lotito abbia fatto quel passo tanto atteso verso i tifosi che tutti si aspettano.

Romagnoli fa volare le vendite

Con l’arrivo di Alessio Romagnoli il dato dalla biglietteria aumenta con le unità degli abbonamenti venduti. In poche ore, i tifosi biancocelesti hanno ricominciato a sottoscrivere la tessera arrivando ad un dato provvisorio ( al 12 Luglio 2022) di circa 7100 abbonamenti venduti.

Gli acquisti che possono convincere i tifosi

In questa sessione di calciomercato, mai come nel passato, Claudio Lotito si è mosso in anticipo con il mercato in entrata ed in uscita. Per ora i colpi, se vogliamo chiamarli così, sono quelli di Gila, Marcos Antonio, Cancellieri, Casale e in arrivo Marcos Antonio. Per convincere i tifosi ma soprattutto accontentare Maurizio Sarri, dovranno arrivare almeno 2 portieri tra i quali uno che si adatti al meglio nel gioco del tecnico toscano, un vice Immobile ed un terzino. Il grande colpo che potrebbe riportare la consapevolezza e una Lazio in alto, potrebbe essere quello di Dries Mertens, un giocatore fortemente voluto da Comandante e dai tifosi biancocelesti che sognano in grande.

Leggi anche:   Biglietteria Lazio-Bologna: i dettagli

Abbonamento ss Lazio, prezzi

Come riportato anche dal sito ufficiale della SS Lazio, fino al 20 Luglio, gli abbonati della stagione 2019-2020, potranno rinnovare l’abbonamento esercitando il diritto di prelazione sul proprio poso o potranno sceglierne un altro.

Contestualmente la scelta dei posti potranno essere anche su quelli non soggetti a prelazione.

La vendita per i nuovi abbonati riprenderà dal 21 Luglio alle ore 16.00 e avrà termine il 10 Agosto alle ore 19.

SS Lazio Abbonamenti, cosa comprendono?

Come riportato dalla Campagna abbonamenti, tutti i tifosi che ne usufruiranno, potranno assistere a 19 partite casalinghe di Serie A e la prima partita in casa valida per la Coppa Italia. Inoltre quest’anno, la Lazio mette a disposizione qualche servizio aggiuntivo come la personalizzazione gratuita della nuova maglia per chi sotto scriverà l’abbonamento se acquistata entro il mese di Luglio presso tutti i Lazio Style 1900.

Le attività previste per gli abbonati 

  • Tutti coloro che sottoscriveranno gli abbonamenti alla stagione 2022/23 potranno avere gratuitamente la personalizzazione della maglia che acquisteranno presso i Lazio Style 1900 a partire dal prossimo luglio. 
  • Tutti coloro che acquisteranno l’abbonamento di tribuna d’Onore avranno la possibilità, in occasione di una partita dedicata, di assistere al riscaldamento della prima squadra a bordo campo.
  • Tutti coloro che acquisteranno l’abbonamento di tribuna Monte Mario potranno acquistare la maglia autografata del campione preferito, con soli 94€ aggiuntivi acquistando la tariffa Monte Mario Plus Maglia che sarà consegnata a settembre. 
  • Tutti coloro che acquisteranno l’abbonamento di tribuna Monte Mario avranno la possibilità di prenotare, nel corso della stagione, il pranzo o la cena presso il Ristorante della Sala Gold a 20 euro per il menu adulto e 10 euro menu bambino. 
  • Tutti coloro che acquisteranno l’abbonamento di tribuna Tevere Top, dalla prima partita casalinga di campionato, potranno effettuare gratuitamente la foto con Olympia in un’area dedicata, sita in Tevere. 
  • Tutti coloro che acquisteranno l’abbonamento di tribuna Tevere Laterale (Nord e Sud), riceveranno in omaggio una t-shirt per colorare di biancoceleste la propria tribuna. 
  • Tutti coloro che acquisteranno l’abbonamento tribuna d’Onore, Monte Mario e Tevere Top potranno usufruire di promozioni speciali presso la SPA ed il Fitness Center del Rome Cavalieri Hilton – tel. 0635092950 / [email protected]

I PREZZI

I prezzi sono comprensivi della prima partita casalinga di Coppa Italia

SettoriINTERODONNE**
INVAL. 100%***
UNDER 16 **OVER 65**AQUILOTTO**PROVINCIA IN TRIBUNA**
CURVA NORD€ 269€ 220€ 220€ 50
DISTINTI (ne/no/se)€ 269€ 220€ 220€ 50
TEVERE
( Parterre Laterale)
€ 449€ 390€ 390€ 50
TEVERE ( Parterre centrale )€ 549€ 470€ 470€ 50
TEVERE Laterale€ 576€ 495€ 495€ 495€ 50€ 530
TEVERE TOP€ 700€ 590€ 590€ 590€ 50 ****€ 630
MONTE MARIO € 800€ 640€ 640€ 640€ 50€ 720
MONTEMARIO Plus Maglia€ 894 *€ 734 *€ 734 *€ 734 *€ 144 *€ 814 *
ONORE CENTRALE€3.600€ 1.600€ 500

* Gli abbonati di Monte Mario potranno acquistare una maglia autografata dal campione preferito con 94€ aggiuntivi

** Gli abbonamenti a tariffa ridotta non possono essere soggetti a cambio nominativo.

*** La tariffa invalido al 100% viene applicata anche all’accompagnatore.

**** La tariffa Aquilotto per la tribuna Tevere Top deve essere venduta necessariamente abbinata ad un abbonamento adulto.

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Focus

Striscioni Laziali, tra sfottò e amore verso la Lazio

Published

on

Striscioni Laziali | I primi striscioni del calcio italiano arrivano con la nascita degli Ultras negli stadi. I primi quattro gruppi nati arrivano tra il 1977 ed il 1969 con Milan, Sampdoria, Inter e Lazio con gli Aficionados.

Sugli spalti poi arrivarono i COMMANDOS MONTEVERDE LAZIO ( Curva Nord e Sud 1971), COMMANDOS AQUILE S.BASILIO TALENTI ( Curva Nord 1974 ), Gli Irriducibili, e molti altri che troverete a questo link.

Uno striscione nello stadio può portare tanti significati da parte dei tifosi. Molti striscioni laziali sono passati alla storia tra noi tifosi sia per l’amore devoto a questa fede, sia per dedicare un saluto o inneggiare un beniamino biancoceleste, sia per sfottò contro gli avversari specialmente gli striscioni Lazio contro la Roma. I più famosi sono quelli sulla data di nascita con una data certa biancoceleste ed incerta quella dei giallorossi.

Striscione Tifosi Lazio Mio Nonno tifava Lazio tuo Nonno pure Roma 11-01-2015 Stadio Olimpico, Football Calcio Serie A AS Roma – Lazio . Foto Andrea Staccioli / Insidefoto

Negli anni 2000 non potevano mancare lo striscione per Francesco Totti bersagliato sempre dalla Curva Nord con Ilary Blasi. Un astio che però con il lasciare del calcio giocato dell’ormai ex numero 10 giallorosso, ha visto la Curva Nord mostrare tutta la sua nobiltà capitolina con un saluto “I Nemici di una vita Salutano Francesco Totti! Irriducibili”. Ecco lo striscione Laziale a Totti:

Ma gli striscioni laziali non si fermano solamente agli sfottò, in più occasioni hanno espresso il loro pensiero e vicinanza a certe cronache nere di tutta Italia. Uno fra tanti, quello dedicato ai vigili del fuoco morti ad Alessandria: Matteo Gastaldo, Marco Triches e Antonio Candido, dove l’esplosione in una cascina gli ha stroncato la vita.

Striscione Lazio Zarate

Ma se da una parte ci sono sfottò o vicinanze, dall’altra arrivano anche gli striscioni contro i giocatori e società. Uno tra tutti è quello dedicato a Mauro Zarate che ha tagliato i ponti con la società biancoceleste in un’estate caldissima dove finì addirittura fuori rosa. In quell’occasione il giocatore creò scompiglio anche sui social con la Curva Nord che gli dedica uno degli striscioni più ampi della storia biancoceleste con ben 5 striscioni a riempire gli spalti.

Striscioni fuori dal Campo

Gli striscioni biancocelesti però fanno parlare di loro anche fuori dall’Olimpico di Roma. I più famosi sono quelli post 26 Maggio 2013 o quelli contro dei giocatori della Roma come Zaniolo. Altri sono passati sotto la cronaca Capitolina per aver inneggiato all’estrema destra.

Leggi anche:   Acerbi, direzione Inter?

Non sono solamente dei pezzi di stoffa con delle scritte, gli striscioni sono parte integrante dei tifosi per mostrare al mondo e al diretto interessato il loro pensiero, che sia uno sfottò, che sia un omaggio, che sia un pensiero di vicinanza o che sia una protesta.

Aggiorneremo questa sezione in futuro con tutti gli striscioni più belli della Lazio e dei Laziali.

  • 09-01-1900 S.S. Lazio… ??-??-1927 A.S. Roma.

Lo striscione, esposto dalla curva laziale prima del derby dell’11 novembre 2012, fa riferimento all’origine delle due società della capitale.

  • Fabrizio Quattrocchi: lo Stato ti ha abbandonato, noi no.

Messaggio della Curva Sud (settore occupato da alcune frange della tifoseria organizzata della Lazio), esposto allo Stadio Olimpico di Roma prima della gara Lazio-Ancona del 18 aprile 2004.

striscione lazio

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design