Eurorivali: tracollo St. Etienne, Rosenborg quasi campione, ok il Dnipro.

Mentre la Lazio rimontava e vinceva meritatamente contromil Verona al Bentegodi, le eurorivali dei biancazzuri vivevano momenti opposti. Vediamo come si sono comportate in questo week end:

ROSENBORG: i norvegesi sono sempre più vicini alla conqueista del titolo, il 23esimo in quasi cento anni di storia. Per l’impegno interno contro il Viking, Ingebrigtsen conferma quasi in blocco la formazione di mercoledì. Tra le poche novità, la presenza nel tridente di de Lanlay al posto di Mikkelsen. Proprio Yann-Erik de Lanlay, a fine primo tempo, segna da fuori area il primo gol con la maglia dei bianconeri. Il raddoppio arriva nella ripresa al minuto 67 e porta la firma di Alexander Soderlund, al centro numero 27 in stagione. La squadra di Trondheim vola a quota 58 punti in classifica: in attesa di conoscere il risultato di Stabaek-Molde, sono ora undici le lunghezze che la separano dalla diretta inseguitrice a sole cinque giornate dal termine della stagione regolare.

Leggi anche:   Ennesimo attacco della Gazzetta dello Sport. Un giornale infantile si attacca ai rigori

DNIPRO: Torna alla vittoria anche in campionato la squadra ucraina dopo la debacle dello scorso fine settimana e la vittoria in coppa nazionale. In trasferta contro il Metalist Kharkiv a sbloccare l’incontro è un’autorete di Ryzhuk al 40’. I padroni di casa, non in un buon momento di forma, trovano il pari ad inizio ripresa con Priyomov, ma capitolano al 70’ quando il trequartista brasiliano Matheus riporta avanti i suoi, segnando la seconda rete in campionato. Il Dnipro si prende il terzo posto in graduatoria.

Leggi anche:   Thomas Strakosha scalpita, giorni di riposo per poi allenarsi in gruppo

SAINT ETIENNE: Crolla a sorpresa la formazione formazione francese, dopo cinque vittorie consecutive è  il Nizza ad interrompere il momento magico della formazione biancoverde con un sonoro 1-4. Koziello porta subito avanti gli ospiti, ma i padroni di casa pareggiano i conti con capitan Perrin: il difensore col vizietto del gol trova il terzo sigillo in cinque partite. È però soltanto un’illusione. Una doppietta dell’ex Newcastle Ben Arfa porta il club della Costa Azzurra sull’1-3 al termine dei primi quarantacinque minuti. Ad inizio ripresa Jean Seri firma di sinistro anche la quarta rete. Il Nizza si fa espellere sia Mendy (62′) che Le Marchand (81′), quest’ultimo per fallo da rigore. Dal dischetto Bahebeck la manda alta sopra la traversa. È una serata da cancellare per i prossimi avversari della Lazio in Europa League.

Leggi anche:   Tutti negativi i nostri ragazzi