Tutto quello che dovete sapere su Dnipro-Lazio

Dopo la brutta figura fatta dalla Lazio nei preliminari di Champions League, c’è tanta voglia di rivincita tra i giocatori laziali. La partenza dei biancocelesti in questa stagione non è stata una di quelle da ricordare, ma la Lazio ha voglia di riscatto ed è pronta a lasciarsi alle spalle le prestazioni negative. Nelle ultime stagioni in Europa la compagine capitolina non è mai stata assistita dalla buona sorte e molto spesso è stata eliminata più per sfortuna che per altro, oltre che per qualche torto arbitrale. Nelle ultime due esperienze in Europa League la Lazio è arrivata, infatti, prima ai quarti di finale e poi ai sedicesimi.

Questa sera Stefano Pioli farà del turnover in vista dell’importante partita contro il Napoli, ma non bisogna, però, sottovalutare il Dnipro che ha subito una sconfitta su sette fino ad ora e ha vinto le ultime quattro partite disputate. Tra l’altro l’anno scorso gli ucraini hanno disputato sempre l’Europa League superando ogni aspettativa, arrivando fino in fondo nel torneo, perdendo solo in finale per 3-2 contro il Siviglia. La Lazio giocherà, quindi, con il 4-2-3-1, formazione che ha portato alla vittoria contro l’Udinese. Gli uomini di Pioli non possono permettersi di commettere un passo falso proprio all’inizio del cammino se vogliono arrivare fino alla fine di questa Europa League. Oggi bisogna portare a casa i tre punti. Ad arbitrare l’incontro sarà il nord-irlandese Arnold Hunter.

Leggi anche:   FIFA: pronta nuova documentazione per quanto riguarda il mercato

L’Appuntamento è alle 21:05 alla Dnipro Arena, in diretta e in esclusiva solo su Sky, sui canali Sky Calcio 2 HD (205) e Sky Sport Plus HD (252).

I precedenti in Ucraina:

La Lazio non ha mai sfidato il Dnipro nella sua storia più che decennale, ma in Ucraina ci ha giocato più di una volta. Cinque sono, infatti, gli incontri giocati dalla Lazio nella terra di Porosenko su nove totali disputati contro squadre ucraine. Il primo risale al 1964, contro la Dinamo Kiev, con vittoria per 2-1 in amichevole e l’ultimo nel 2000, contro lo Shaktar Donetsk, durante la fase a gironi della Champions, incontro vinto per 3-0. Ma la partita più interessante si disputò nel  1975, quando la Lazio perse la partita d’andata contro il Chernomoretz, per poi però vincere il ritorno per 3-0, nonostante fosse orfana di Maestrelli in panchina. L’allenatore in quella partita era Lenzini e i biancocelesti la spuntarono solo ai supplementari grazie ad un goal di Giorgio Chinaglia.

Leggi anche:   Petkovic, le parole alla vigilia del 26 Maggio 2020

Ecco le probabili formazioni:

DNIPRO (4-1-4-1): Boyko, Fedetskiy, Douglas, Gueye, Matos, Edmar, Ruiz, Danilo, Rotan, Matheus, Seleznyov. Allenatore: Markevyč .

A disposizione: Lastuvka, Tomecak, Luchkevyck, Anderson Pico, Bruno Gama, Fedorchuk, Cheberyachko.

Indisponibili: Zozulya.

Squalificati: Nessuno

Diffidati: Nessuno.

LAZIO (4-2-3-1): Marchetti, Konko, Hoedt, Gentiletti, Radu, Onazi, Parolo, Felipe Anderson, Milinkovic, Kishna, Matri. Allenatore: Pioli.

Leggi anche:   Corsa alla Scarpa d'Oro, Lewandowski continua a segnare. Raggiunto Ciro Immobile

A disposizione: Berisha, Basta, Lulic, Cataldi, S. Mauri, Candreva, Keita.

Indisponibili: De Vrij, Biglia, Klose, Djordjevic.

Squalificati: Mauricio.

Diffidati: Nessuno.

ARBITRO: Hunter (Irlanda del Nord)
ASSISTENTI: Storey e Neeson
IV UOMO: Bell
ADDIZIONALI: Crangle e Smyth