Lazio, Pioli e Lulic: “In campo per vincere, abbiamo le qualitá per poterlo fare”

Domani la Lazio non può sbagliare, per riacquisire un po’ di soddisfazione e fiducia occorre passare il turno, facendo un’ottima prestazione e dimostrando che il momento di appannamento mostrato in campionato sia stato superato. Sicuramente a seguito del pareggio di una settimana fa in Turchia, la Lazio arriva leggermente più avvantaggiata rispetto alla squadra del tecnico Denizli, dato che per conquistare il passaggio del turno può contare anche sul pareggio per 0-0.

In conferenza stampa Stefano Pioli ha parlato di tutto questo e, tramite La Lazio Siamo Noi, andiamo a raccogliere le sue parole.

E’ la partita che dà un senso alla stagione?

“Sì, è una partita fondamentale. Stiamo puntando molto sull’Europa League, abbiamo fatto bene ma conta domani sera. Vogliamo passare il turno”.

Muslera ha detto che servirà un’impresa al Galatasaray…

“Credo che con l’andata ci siamo presi un punto di vantaggio. Ma ci giochiamo tutto domani sera. Abbiamo capito i loro punti di forza e quelli deboli, abbiamo le qualità per superare il turno”.

In Europa la Lazio fa meglio che in campionato…

“E’ una partita importante, stiamo facendo benissimo in Europa. Quando torneremo a giocare in campionato torneremo a fare delle valutazioni. Ora pensiamo solo a passare il turno”.

Si parte dall’1-1, che Lazio vedremo? Penserà al risultato dell’andata?

“Se si entra in campo per vincere la partita si hanno più possibilità di ottenere un risultato positivo. Terremo conto di quanto fatto in Turchia a livello tecnico e come atteggiamento”.

Leggi anche:   David Silva in direzione Napoli? Una Fake news creata per testare il fomento dei social!

Si aspetta un Galatasaray diverso?

“Il Galatasaray ha una sua identità. Si inseriscono i centrocampisti, possono metterti in difficoltà. Ci aspettiamo gli stessi atteggiamenti dell’andata”.

Come stanno Radu e Bisevac? Stessa formazione dell’andata?

“Si sono allenati bene, se faranno anche il provino di stasera saranno disponibili per giocare. Può essere un’opzione giocare come all’andata, farò le mie valutazioni”.

Il Galatasay non ha fatto giocare 5 giocatori importanti in campionato. Questo per tenere i giocatori per domani? La Lazio sta segnando poco…

“Il Galatasaray ha i nostri stessi obiettivi, vogliono passare il turno. L’allenatore avrà fatto le scelte per mettere la formazione migliore domani. Nelle ultime partite casalinghe abbiamo segnato parecchi gol, contro Chievo e Verona. Vogliamo fare lo stesso domani sera”.

Pioli, come tesserato della squadra, ha avuto accanto a sè ed è stato intervistato anche Senad Lulic, il quale spera che questo possa essere un crocevia importante, sia dal punto di vista del torneo che psicologico.

Che partita ti aspetti?

“Molto difficile, l’avversario lo conosciamo meglio, abbiamo un piccolo vantaggio. Vogliamo scendere in campo uniti per portare a casa il risultato”.

La Lazio ha sempre fatto fatica a gestire i risultati…

“Domani faremo vedere che siamo in grado”.

La squadra trova più stimili in Europa?

“Abbiamo fatto bene e vogliamo continuare così. Inutile ora parlare di campionato, ci aspetta una partita importante Vogliamo concentrarci solo sul Galatasaray. Poi da dopodomani ripenseremo al campionato”.

Leggi anche:   Atletico Madrid e Covid 19: il comunicato ufficiale del club. La Champions continua

Quanto conta per voi la partita di domani visti gli obiettivi sfumati finora? Hai rinnovato con la Lazio, cosa ti senti di dire alla gente visto lo scetticismo?

“Conta tantissimo, abbiamo fatto un grande campionato per arrivare in Europa. Ora non dobbiamo buttare tutto via e cerchiamo di arrivare fino alla fine. Arrivare in Europa League e giocare in uno stadio vuoto è un po’ triste, ti sacrifichi tutto l’anno per raggiungere l’Europa League, quindi non dico che mi aspetto uno stadio pieno ma almeno un po’ di tifosi che possano darci una mano”.

Quali sono le cose a cui fare più attenzione domani?

Abbiamo esperienza anche noi, non solo loro. Dobbiamo essere uniti e giocare da squadra, così non possiamo avere paura di nessuno”.

Cosa ti ha convinto a rinnovare?

“Non so se è l’occasione giusta per parlare di questo. Sono qui, mi sento a casa e veramente bene, mi hanno fatto capire che abbiamo grande voglia di vincere e fare una grande squadra. E’ stato fondamentale questo”.

Hai detto che domani servirà una squadra unita. Avverti una differenza rispetto all’anno scorso?

“No, non c’è differenza. Ogni tanto in campo sicuramente. L’anno scorso è stato tutto perfetto, pensavamo di confermarci anche se farlo è sempre più difficile. Forse pensavamo fosse più facile. Se ognuno molla un centimetro allora diventa tutto più complicato”.