Arriva il post-derby,un Felipe Anderson in grande spolvero ma una rosa che è in emergenza

anderson Oggetto di critiche dal suo approdo in casa Lazio, Felipe Anderson sembra aver trovato il suo anno migliore. Già dai primi giorni con la casacca biancoceleste ha dimostrato che la tecnica ce l’ha ma in ogni azione che faceva, le sbavature nelle sue giocate avevano pregiudicato la sua prestazione buttandola nel cassonetto e rimediando tante panchine con i precedenti allenatori. Un fine 2014 ed un inizio 2015 col botto, il brasiliano sta diventando una colonna portante per la squadra portando il calcio sudamericano in Italia in stile Zarate ai tempi d’oro. Un “mini Neymar” in casa Lazio, una pedina fondamentale che non dà punti di riferimento tanto che l’avversario non sa dove mettere “i piedi” con cambi di velocità e di fascia che rendono pericolosa qualunque azione d’attacco (vedi il primo tempo del Derby). Una prestazione straordinaria che in quest’ultime partite mette la Lazio al terzo posto da sola in zona Champions. Una media perfetta ad ogni gara che mette il suo nome ad ogni partita nel tabellino dei marcatori e degli uomini assist. I presunti 8 milioni spesi per un giovane da Lotito sembrano adesso investiti bene facendo innalzare addirittura il suo prezzo e attirando anche gli occhi di altri club. Felipe ormai ha trovato la sua continuità e sembra che dopo 2 anni abbia capito quali sono i punti deboli del campionato italiano. Ha però subito una contusione nel derby scontrandosi con Astori per questo motivo Pioli lo ha tolto nel secondo tempo facendo entrare Onazi. Il derby ormai è passato, un primo tempo degno di una grande squadra ma come al solito i biancocelesti buttano il vantaggio nel secondo tempo. I numeri parlano chiaro sono 16 su 21 i gol di rimonta subiti nella seconda parte dei match disputati sino ad ora.
Infermeria parlando, la Lazio entra ancor di più in emergenza, la gara di Coppa Italia con il Torino (mercoledi alle 21) si disputerà con una rosa decimata. Candreva e company dovranno fare gli straordinari con la possibile assenza di Felipe che molto probabilmente riposerà in via precauzionale insieme a De Vrij (uscito per una contusione che gli ha peggiorato la fascite plantare che ha da 10 giorni circa) e Cana che ha i soliti problemi alla schiena. Oltre a loro ci sono i vari assenti Gentiletti,Ciani,Braafheid,Lulic,Ederson e Gonzalez. Quindi probabilmente in coppa si potrebbero rivedere la coppia Radu-Cavanda con i disponibili Pereirinha e Novaretti e Basta che dovrà finalizzare il tour de force laziale insieme a Candreva. Marchetti era diffidato e con il cartellino rimediato al derby capitolino salterà sicuramente il match di campionato contro il Napoli in programma per domenica. Tornando al match di coppa Italia, Pioli potrebbe stravolgere la rosa con Ledesma-Klose-Keita non tralasciando Cataldi che cerca il suo spazio nella rosa Laziale.